A Genova, presentazione del “Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo”

29 Ottobre 2014 19:530 commentiViews: 11

 

Mercoledì 5 novembre 2014, ore 16:30 – Archivio di Stato, Sala Conferenze

 

 

GENOVA – Porto di Genova, Archivio Centrale dello Stato, Archivio Ligure della Scrittura Popolare (ALSP), Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana (CISEI), banche date-liste passeggeri, agenti di emigrazione, compagnie di navigazione, partenze, albergo degli emigranti, stazione marittima, biblioteche di bordo, identità, lettera, lettera di chiamata, scrivano, nave, Navigazione Generale Italiana, oceano, diaspora italica, lingua, traversata, coraggio, nostalgia, sono alcuni dei lemmi del racconto della Grande Emigrazione italiana tra Ottocento e Novecento raccolti nel Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo-DEMIM (dizionarioitalianinelmondo@gmail.com), pubblicato dalla SER ItaliAteneo con la Fondazione Migrantes, al centro del Seminario di presentazione del volume che si terrà mercoledì 5 novembre alle 16,30 presso la Sala Conferenze dell’Archivio di Stato di Genova, piazza S. Maria in Via Lata, 7. Un evento promosso dal CISEI – partner scientifico dell’opera che ha partecipato anche con la realizzazione di alcuni lemmi – in collaborazione con l’Archivio di Stato di Genova, MUMA-Museo del Mare e delle Migrazioni, ALSP, Autorità Portuale di Genova e Fondazione Casa America.

 

Il volume, con il coordinamento scientifico della sociologa Delfina Licata e il patrocinio, tra i numerosi Atenei italiani ed esteri, dell’Università di Genova, è frutto del lavoro di 168 autori – tra i quali un folto gruppo di studiosi genovesi – si articola in 1.500 pagine con 700 lemmi-articoli, 160 box di approfondimento, 17 appendici monotematiche e 500 illustrazioni. Gli argomenti trattati in quella che il Presidente della Repubblica Napolitano nel suo Saluto di apertura all’opera ha definito “vera e propria summa di un fenomeno che ha segnato indelebilmente la storia del nostro Paese”, appartengono tanto agli aspetti teorici, ai sistemi di valori, ai segni e ai simboli, ai sentimenti e alla psicologia, quanto a luoghi, fatti, oggetti concreti, ben circoscritti nel tempo e nello spazio. Il taglio è scientifico e divulgativo, in una dimensione di servizio per trasmettere alle comunità degli italiani all’estero, ai discendenti degli emigrati rimasti o tornati in Italia, a scuole, giovani, amministratori pubblici e operatori culturali una pagina fondativa dell’Italia che interpella diverse discipline e ambiti di ricerca: dalla letteratura alla musica, dalla linguistica al cinema, dall’onomastica alla fotografia, dall’economia alle statistiche, associazionismo, genealogia, toponomastica, alimentazione, epistolografia, ed altri ancora. Questo che segue il programma del Seminario.

 

Introduce:

Francesca Imperiale, direttore Archivio di Stato di Genova

Saluti:

M.P. Profumo (MuMa) – L. Merlo (Autorità Portuale) – R. Speciale (Fondazione Casa America)

Modera:

Fabio Capocaccia, presidente CISEI

Partecipano:

Tiziana Grassi, ideatrice e direttore,  DEMIM

Enzo Caffarelli, direttore editoriale,  DEMIM

Fabio Caffarena, direttore ALSP, Università di Genova

Federico Croci, ricercatore ALSP, Università di Genova/s.m.s. Don Milani – Genova

Carlo Stiaccini, ricercatore CISEI

 

La presentazione del “Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo” sarà preceduta dalla firma, da parte del Soprintendente Galletti, del Protocollo di collaborazione scientifica tra  CISEI e Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Per info: dizionarioitalianinelmondo@gmail.com – 335.6636163

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi