Cultura & Società

Progetto Carceri / L’Arte della fuga

 

porta ai detenuti di Rebibbia (Roma)

 

“L’Arte della fuga”

 

Di

 

Johann Sebastian Bach

 

 

COMUNICATO 23 settembre 2014

 

Domenica 28 settembre 2014 l’Associazione Onlus “La Pasqua di Bach”, fondata da Mario Ruffini, che la dirige, unitamente a S.E. Cardinale Giuseppe Betori, che ne è il presidente onorario (l’Associazione ha sede presso l’Arcidiocesi, in Piazza San Giovanni 3, Fiorenze), prosegue il suo Progetto Carceri portando L’Arte della fuga di Johann  Sebastian Bach in due diverse sezioni carcerarie di Rebibbia (Roma): alla Casa di Reclusione Maschile e alla Casa di Reclusione Femminile, con due diverse esecuzioni, mattutina e pomeridiana, realizzate grazie alla collaborazione dell’Orchestra da Camera Benedetto Marcello.

 

Il Progetto Carceri si propone di portare L’Arte della fuga di Johann Sebastian Bach per la prima volta nella storia dentro gli istituti di pena, con un organico orchestrale di 14 archi, cui si aggiunge un coro misto: il numero 14 non è casuale, poiché racchiude tutti i segreti del magistero musicale bachiano.

 

Il Progetto Carceri / L’Arte della fuga si propone di donare ai detenuti un forte motivo di riflessione sulle potenzialità di rinascenza che ogni luogo appartato, anche quello estremo della reclusione, può generare.

 

 

 

 

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.