Giulianova. Giuseppe Eden Cibej (Movimento Senza Padroni): ambulanze in ritardo a causa di strade chiuse per mercatini e feste. Diffida al Sindaco

1 settembre 2014 17:430 commentiViews: 144

Al Sindaco di Giulianova

Avv. Francesco Mastromauro

                                    Per quanto di competenza:

Al Procuratore della Repubblica di Teramo

tramite l’Arma dei Carabinieri – Giulianova

Al Prefetto di Teramo, Dott. Walter Crudo

Al Ministro dell’Interno, On. Angelino Alfano

Al Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin

                                    e p.c.:              Al Presidente del Consiglio Comunale, Avv. Jurghens Cartone

Agli Assessori: Avv. Pierangelo Guidobaldi, Avv. Fabio Ruffini

Al Segretario Circolo locale PD

Al Segretario Provinciale PD

Al Segretario Regionale PD

Alla Segreteria Nazionale PD

Agli Organi di stampa Nazionali

                                                        ____________________________________________________

Giulianova, 24 agosto 2014

 

OGGETTO: Ambulanze in ritardo a causa di strade chiuse per mercatini e feste.

                       Diffida.

Il sottoscritto Giuseppe Eden Cibej – residente a Giulianova in via Luigi Longo, 12 –  responsabile del sito telematico denominato “Senza Padroni”, si premura richiamare l’attenzione delle SS. LL. sulle gravi situazioni di disagio nelle quali verrebbero a trovarsi le ambulanze nell’espletamento del loro lavoro a causa della chiusura di strade urbane in occasione di mercatini o altre iniziative autorizzate dal Comune di Giulianova: stando a quanto viene riferito dal quotidiano Il Centro del 5 agosto 2014 nell’articolo a firma Margherita Totaro pubblicato in cronaca di Giulianova a pag. 18, “gli operatori del 118 spesso devono scendere dal mezzo e andare a piedi a casa del paziente e trasportarlo in barella verso l’ambulanza mettendo a rischio la salute stessa del malcapitato”.

              Fatto presente che nessuna iniziativa commerciale o di qualsiasi altro genere debba comportare rischio alla salute o, in casi estremi, rischio per la vita stessa delle persone, come cittadino residente a Giulianova lo scrivente

Diffida

 il sindaco Francesco Mastromauro a perseverare nella chiusura di vie o piazze la cui inaccessibilità sia di impedimento o condizionamento del pronto intervento dei mezzi di soccorso.

Non può tacersi la recente manifestazione denominata “Notte Bianca” che ha causato la semi-paralisi della circolazione del Lido e che a giudizio dello scrivente sembra comportare la sospensione di diritti inviolabili dei cittadini a vantaggio di operazioni commerciali di singoli: appare infatti ignorato il principio giuridico che sancisce la fine dei propri diritti laddove iniziano quelli altrui: la colpevole tolleranza di livelli acustici eccessivi a gradimento esclusivo degli amanti dell’inutile fracasso vede negato, tra gli altri, il necessario riposo a chi al mattino presto dovrà mettersi alla guida di un pesante automezzo con conseguente pericolo per sé e per gli altri.

Nella malaugurata ipotesi di danno a persone a causa di assenza di preventivi, opportuni provvedimenti sindacali, rispettosamente si invitano le Autorità in indirizzo, ciascuna per le iniziative di propria competenza, a valutare l’opportunità, ove ne ricorrano le condizioni, di agire a norma di Codice Penale e Codice Civile a carico dei responsabili diretti o indiretti.

Con molta osservanza,

 

Giuseppe Eden Cibej

Movimento Senza Padroni

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi