Pineto. IL PARCO MARINO MODELLO “DA VENDERE” PER QUALITA’ DI VITA E DI AMBIENTE

5 Agosto 2014 17:080 commentiViews: 7

 

Ottimo successo di pubblico per la tre giorni di manifestazione “Pro Parco”, alla presenza del  Direttore Generale per la Protezione Natura e Mare del Ministero dell’Ambiente Renato Grimaldi

 

            Vivo successo e ottima partecipazione per la tre giorni di manifestazione “Pro Parco”  iniziata venerdì 1° e conclusasi domenica 3 agosto, giorno dedicato al quarto compleanno del Parco Marino.

L’apertura degli eventi ha avuto inizio con la tappa a Torre Cerrano della Goletta Verde di Legambiente e il Presidente Benigno D’Orazio è stato accolto dall’equipaggio a bordo dello scafo. La referente di Legambiente Abruzzo Francesca Aloisio si è complimentata con D’Orazio per l’attività di tutela delle acque condotta dall’AMP, riuscendo a coinvolgere tutti gli enti preposti. Lo scambio di bandiere tra il Presidente dell’AMP e la referente di Legambiente ha sancito una collaborazione consolidata, che si rinnova in tutti le iniziative locali dell’associazione ambientalista.

Il pomeriggio è continuato con una biciclettata partita da Scerne di Pineto che, strada facendo, fino alla Torre, ha raccolto tanti partecipanti. Altro momento topico del 1° agosto è stata la tappa de La Fedelissima”, l’imbarcazione della Lega Navale Italiana di Scario in navigazione verso le Aree marine Protette, che quest’anno sta effettuando una serie di rilievi nel mare Adriatico, sulla scorta dei lusinghieri risultati conseguiti lo scorso anno nel Tirreno.

La serata è proseguita a Pineto con l’apertura della Prima Rassegna del Cinema Naturalistico “C.Filiani”  alla presenza di tanti ospiti, tra cui il dottor Renato Grimaldi, Direttore Generale per la Protezione Natura e Mare del Ministero dell’Ambiente e il Sindaco di Pineto Robert Verrocchio, con un gran successo di pubblico e momenti di grande intensità emotiva. “Avete da vendere come modello la vostra qualità di vita e degli ambienti – ha detto Renato Grimaldi. – L’area protetta vuol dire cambiare il modo di vivere, con gradualità; chi era abituato a prendersi le risorse naturali come capitava, ora deve cimentarsi con il fatto che sono risorse di tutti, per raggiungere quell’adesione sociale e istituzionale di chi ritiene che sia un pregio da mettere al petto”.

Sabato 2 agosto ha visto l’inaugurazione della IAT di Silvi, l’ufficio di informazione turistica “verde” e della sede della Cerrano Trade nell’attiguo locale, alla presenza tra gli altri, del Sindaco di Silvi Francesco Comignani. “Sono particolarmente fiero di questo momento – ha affermato il Presidente Benigno D’Orazio – che si inserisce a pieno titolo nel processo di conseguimento della Carta Europea del Turismo Sostenibile. Un ufficio informazioni a caratterizzazione ambientale, in cui vengono rese informazioni circa le attività del Parco, le visite guidate, i laboratori, le escursioni e le manifestazioni, al fine di aumentare la qualità dell’accoglienza e la consapevolezza del turista di trovarsi in un’Area marina protetta”.

Alle ore 11 della giornata di sabato è iniziata la distribuzione di centinaia di posacenere tascabili, nell’ambito dell’iniziativa “Il mare non vale una cicca?”, promossa dall’associazione Marevivo, alla quale il Parco marino partecipa da tre anni. Uno staff di Guide del Cerrano e del Pros ha consegnato l’utilissimo gadget ai bagnanti che affollavano i 7 chilometri di spiaggia dell’AMP Torre del Cerrano tra Silvi e Pineto.

La giornata “Pro Parco” svoltasi a Silvi si è conclusa con la notte bianca e la prima proiezione del documentario autoprodotto dall’Associazione “Fratello Mare” sulla cultura del mare e la storia dei pescatori di Silvi.

            Domenica 3 agosto, a Torre Cerrano, è stato festeggiato il compleanno del Parco con il ricordo, a 50 anni dalla sua scomparsa, dell’opera di “Corrado Filiani: il grande naturalista“. Si è avuto modo, inoltre, di conoscere le tante iniziative che l’AMP promuove per l’estate anche su questo tema con le Guide del Cerrano e le varie associazioni attive sul territorio. E’ seguita una degustazione dei prodotti tipici del comprensorio del Cerrano allo scopo di promuovere le peculiarità dei prodotti facenti parte del progetto “Amici del Parco“. Ha chiuso la tre giorni e il compleanno del parco l’ultimo appuntamento della Rassegna cinematografica. La presenza di Piero Mescalchin, tra i più noti operatori subacquei europei e produttore di importanti contributi filmati di conoscenza del mare Adriatico, ha onorato la serata con la proiezione di “Operazione Tegnue“, documentario di estremo interesse sugli ecosistemi adriatici. “Quello che mi ha sorpreso molto positivamente – ha detto Mescalchin – è il lavoro di grande coinvolgimento di tutte le realtà scientifiche, sociali, economiche e culturali che sta svolgendo l’AMP Torre del Cerrano e le idee che sta sviluppando; il tutto con poche risorse economiche a disposizione”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi