Cultura & Società

“LETTERA 22” | CAFFE’ LETTERARIO “CESARE TEOFILATO”

 

 

 

Prosegue con il quinto appuntamento la rassegna libraria “LETTERA22”, cartellone estivo del nascente Caffè Letterario savese, intitolato a Cesare Teofilato, e dedicato alla letteratura.

 

Mercoledì 2 luglio alle 21, nel suggestivo Frantoio ipogeo di Piazza Spagnolo Palma a Sava (Ta), sarà protagonista della penultima data in programma la ricercatrice e scrittrice tarantina Stefania Castellana, autrice della silloge di racconti brevi “Cornici. Racconti ad arte”, opera prima pubblicata da Edit@ – casa editrice & libraria.

 

Cosa si nasconde dietro capolavori quali “Il bacio” di Hayez, “Les demoiselles d’Avignon” di Picasso, “I giocatori di carte” di Cézanne o “La sposa nel vento” di Kokoschka? L’autrice firma una carrellata di prequel documentati e appassionanti, narrando in una forma vivida e verosimile ciò precede la mano dell’artista, immaginando le vicende umane sorprendenti che hanno ispirato undici opere d’arte immortali.

 

 

“LETTERA22”, secondo di sei format previsti da ROSSOCONTEMPORANEO per il GIUGNO SAVESE 2014,  è una rassegna libraria curata e condotta dalla scrittrice ed editor Mara Venuto.

Bookstore di riferimento: Libreria “Gilgamesh” di Taranto.

L’evento sarà impreziosito dalla degustazione di vino Primitivo, in bottiglie in serie limitata “LETTERA22”, offerte dalle Cantine Solferino di Sava.

 

Partner dell’evento:
CANTINE SOLFERINO (Sava, Ta);
B&B LA TARENTILLA (Lizzano, Ta): www.latarentilla.it

 

 

L’ULTIMO APPUNTAMENTO CON “LETTERA22”:

16 LUGLIO – Stefano Delacroix, con il romanzo storico esoterico “Nigredo”.

IL LIBRO “CORNICI. RACCONTI AD ARTE”:

Cosa si prova dinanzi a un dipinto? Esso attrae per il virtuosismo mimetico o perchè risveglia emozioni? La risposta varia a seconda dell’approccio che si instaura tra fruitore e capolavoro. Talvolta un’immagine può stimolare la fantasia nella creazione di una storia che si va a legare, intimamente, al soggetto rappresentato. Niente giudizi tecnici o critici, ma pure e semplici elucubrazioni slegate da ogni tipo di approccio tradizionale all’opera. “Cornici” è una raccolta di racconti brevi ispirati da capolavori del XIX e XX secolo, storie che si articolano in un immaginario antefatto che è, per l’appunto, la ‘cornice’ del momento finale, ovvero il quadro così come lo si incontra in musei, gallerie, raccolte private. Un intreccio di pittura e lettere per narrare un modo diverso di accostarsi alla bellezza universale.

 

STEFANIA CASTELLANA:

Nata a Taranto nel 1982, si diploma nel 2001 presso il Liceo Artistico Statale “Lisippo” della sua città per poi prendere la strada per Lecce, dove si laurea in Beni culturali nel 2005 e in Storia dell’Arte nel 2008. Vive a Firenze dal 2008 al 2011, dove affina gli studi e inizia a dedicarsi alla scrittura creativa. Rientrata a Taranto continua a fare ricerca storico-artistica. Scrive per “Siderlandia” una rivista online tarantina e si occupa attivamente di politica. “Cornici. Racconti ad Arte” è la sua “opera prima”.

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.