ART MEDICA IN.EZIA ET.CETERA. STORIE DI ORDINARIA IRONIA

2 luglio 2014 20:410 commentiViews: 27

 

5-26 luglio 2014

 

A cura di ROSSOCONTEMPORANEO | Testi critici Amelì Liana Lasaponara

 

Artisti in mostra:

Pierluca Cetera

Ezia Mitolo

 

LOCATION:

Studio Dermatologico Dr. Andrea Pastore

Corso Italia, 259 | Taranto

 

INFO:

http://rossocontemporaneo.wordpress.com

https://studiopastore.wordpress.com

 

—————-

 

Al secondo appuntamento di giugno, con Massimo Festi ed Erika Latini, segue il terzo evento del calendario annuale di ART MEDICA.

Otto appuntamenti mensili per sedici artisti.

 

Lo Studio Dermatologico del Dottor Andrea Pastore, prosegue con la fitta programmazione mensile di artisti italiani della nuova figurazione, confermandosi spazio espositivo partecipato, in una vincente sinergia tra mission medica e bellezza dell’arte contemporanea, tra corpo e passione, in una varietà di proposte in cui porre l’uomo al centro dell’attenzione, con le proprie paure, fragilità, ironia, ma anche certezze e potenzialità. La varietà stessa della vita, con valori letti secondo formule alchemiche diverse.

 

L’Arte e la Medicina sono sempre state correlate da un’idea preconcetta che le poneva l’una in opposizione all’altra; l’Arte con il suo mondo intuitivo, sensoriale e creativo, la Scienza quale regno razionale, pragmatico ed indubitabile, sia formalmente che sostanzialmente.

La cultura contemporanea riesce a percepire la porosità del confine di questa dicotomia dialettica, la cui finalità è l’esistenza dell’uomo.

 

IN.EZIA ET.CETERA. STORIE DI ORDINARIA IRONIA

 

“La libertà comincia dall’ironia”. (Victor Hugo)

L’ironia è la chiave di lettura del terzo appuntamento di Art Medica, che presenta le opere di Ezia Mitolo e Pierluca Cetera.

I due artisti, tarantina la Mitolo, gioiese Cetera, attraverso la leggerezza spirituale, l’arguzia formale, affrontano le tematiche profonde delle contraddizioni del vivere quotidiano e lo esplicano con un metodo che diventa emblema di libertà di pensiero, poiché l’analisi artistica valorizza le infinite possibilità interpretative senza soluzioni preconcette o pregiudiziali.

Lo spirito volutamente ironico dei due, consente un contemporaneo rapporto di avvicinamento ed allontanamento rispetto alla percezione emotiva, diventando una sorta di antidoto atto a ponderare l’entusiasmo affettivo verso l’oggetto, frenandone l’annullamento in esso ed, al contempo, impedendone la delusione di una eventuale presa di distanza dell’oggetto stesso.

 

Pierluca Cetera il filologo dell’ironia e del grottesco. I suoi soggetti pittorici ci appaiono come figure imprigionate dal bianco del fondo, vistosamente e volontariamente materico, solido, come fosse roccia sedimentaria sociale.

 

Ezia Mitolo è arte nel suo modus vivendi. Lei è ora, adesso, ma intimamente innamorata dei suoi “grumi emozionali” , come giochi d’infanzia riposti, ma mai dimenticati. I suoi disegni concreti, materici, vivono organicamente nel nostro tatto. I suoi video sono attuali superotto della nostra memoria.

 

[Amelì Liana Lasaponara]

 

 

PIERLUCA CETERA

Pierluca Cetera nasce a Taranto nel 1969 e vive e lavora a Gioia del Colle (Ba).

Cresciuto a Castellaneta, ha studiato a Bari, ha esposto in Puglia, al Nord (compresa Milano, Palazzo Reale) e all’estero (personali a Shanghai e Lucerna). Vive a Gioia del Colle che Cesare Brandi, in “Pellegrino di Puglia” definì “uno dei rari paesi smorti, per l’appunto senza gioia, della Puglia”. Ma di persona è molto più allegro del paese e dei suoi quadri.

 

“L’umanità varia ritratta da Cetera perlopiù appartiene a un mondo sommerso, di disagio e perversione, di vite vissute nella quotidianità più scialba, covando magari ribellioni improvvise e incontrollabili.

(Monica Demattè)

 

PRINCIPALI MOSTRE RECENTI

 

2014- “Il Bosco”, a cura di Vincenzo Schino, Terni;

2014- “Sonno”, con il gruppo artistico Opera, teatro della Cartiera, Rovereto (TN);

2013- “Scritturati”, galleria FormaQuattro, Bari;

2013- “Il Bosco”, a cura di Vincenzo Schino, Teatro dell’Arte, Triennale, Milano;

2012- “Il Bosco (i mostri della ragione generano sonno)”, a cura di V. Schino, Teatro Nuovo, Verona;

2012- “Porta in Faccia”, a cura di ArtSob, L. Naglieri e L. Carbonara, Porta Baresana, Bitonto (BA);

2012- “La (mala) creanza”, a cura di Roberto Lacarbonara, galleria FormaQuattro, Bari;

2011- “L’accordo” (bipersonale), a cura di Roberto Lacarbonara, Studio7, Rieti;

2011- “emiCRANIA (con aura)” testo critico  di Antonella Marino, studio d’arte Fedele, Monopoli;

2011-  “Le Cavie”, nell’ambito della rassegna “senso plurimo”, a cura di Marinilde Giannandrea, Cantieri Teatrali Koreja, Lecce.

 

EZIA MITOLO

Ezia Mitolo nasce a Taranto, dove vive e lavora. Si diploma all’Accademia delle Belle Arti di Bari, sotto la guida degli scultori Francesco Somaini e Nicola Carrino, perfezionandosi nel 2007 con il Biennio di Specializzazione in Arti Visive della Musica e dello Spettacolo presso l’Accademia delle Belle Arti di Macerata. Nel 2003 partecipa alla XIV Quadriennale di Roma Anteprima nel Palazzo Reale di Napoli, nel 2005 prende parte all’evento multimediale promosso da Drome Magazine  – Download.fr/it – Roma/Parigi, nel 2011 è all’Edinburgh Art Festival, nel 2013 è presente alla Festa del Cinema del Reale di Specchia. La sua ricerca artistica spazia dalle installazioni scultoree a quelle grafiche, dalla fotografia, video, performance interattive. Contemporaneamente alla sua attività di artista, si dedica a progetti e realizzazioni di Laboratori Didattici sperimentali di disegno, scultura, performance e video performance nell’ambito delle scuole italiane, musei, di rassegne e festival. Vanta numerose esposizioni personali e collettive, premi e pubblicazioni nazionali ed internazionali.

 

PRINCIPALI MOSTRE RECENTI

 

2014- “M&P – Monticelli&Pagone + APULIAN ALIENS. Foreign Bodies”, Alpha Art Gallery, Stockbridge Library, Istituto Italiano di Cultura Summer Events 2014 In-Art | Art Where You Are, Stockbridge, Edinburgh;

2014-  Progetto fotografico selezionato per la pubblicazione nel libro Il corpo solitario. L’autoscatto nella fotografia contemporanea, a cura di Giorgio Bonomi, Rubbettino Editore;

2013- “Festa del Cinema Reale / Festival del Cinema documentario”, Taranto Rooms, Castello Risolo, Specchia, Lecce;

2013- “Un seme nel deserto”, Galleria BlUorG, Bari;

2012- “Buon Natale da Taranto”, City Art Gallery, Milano;

2012- “Save the beauty | Taranto chiama Italia-Italia risponde”, Rossocontemporaneo, Taranto;

2011- “Edinburgh Art Festival – The Big Things on the Beach – Public Art Fest”, Portobello,Edinburgh, Indoor Bowls and Leisure Centre, Scotland;

2011- “Obiettivo mediterraneo ITALIA TURCHIA – dialogo tra culture”, Primo Piano LivinGallery, Palazzo Turrisi, Castello Carlo V, Lecce;

2010- “Casaluce/Geiger-synusi@”  La mia casa multidi/identitaria cyborg
per   ROAMING –  Transition. A private matter 
 Vyšehradská 26, Prague (CZ);

2010- “Uno stuzzicadenti per Jarry”, evento itinerante tra Italia (Brescia, Milano, Palermo) ed Europa (Svizzera, Francia, Belgio).

 

ART MEDICA 

IN.EZIA ET.CETERA. STORIE DI ORDINARIA IRONIA

 

5-26 luglio 2014

 

Studio Dermatologico Dr. Andrea Pastore

Corso Italia, 259 | Taranto

 

INAUGURAZIONE:
sabato 5 luglio 2014

ore 19:30

LA MOSTRA RESTERA’ APERTA SINO AL 26 LUGLIO, NEGLI ORARI:

Lunedì, 16:00-20:00 | Martedì, 18:30-19:00 | Giovedì, 18:30-19:30 | Venerdì, 16:00-20:00

 

Info:

 

ROSSOCONTEMPORANEO

Cell. 377.2534136

http://rossocontemporaneo.wordpress.com

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi