Teramo e Provincia

Alba Adriatica. CGIL-FP: Come è possibile l’affidamento della gestione a terzi senza che questo comporti maggiori oneri per i cittadini ?

federazione lavoratori funzione pubblica

Teramo , via F.CRISPI, 173  – 181  Tel. 0861 210944  Fax 0861 210921

a.marcattili@abruzzo.cgil.it                    www.fpcgilte.it                  p.cirillo@abruzzo.cgil.it

 

 

 

Teramo,11 7 2014

Al         Signor Sindaco

.           Al         Presidente del Consiglio

Ai         Componeti la Giunta

Alla      RSU

Ai Dipendenti Tutti

Comune di Alba Adriatica

Agli      Organi di Stampa


Con deliberazione del consiglio comunale numero 22 del 05-06-14 avente ad oggetto

indirizzo politico amministrativo per esternalizzazione servizio biblioteca comunale e servizio

culturale museale espositivo villa Flaiani, codesta Amministrazione  intende procedere all’esternalizzazione di detti servizi per i motivi, rappresentati dall’ assessore alle Politiche

Sociali, Pubblica Istruzione, Cultura, Associazionismo e Biblioteca, che si riportano di seguito:

–          necessità di reintegrare presso gli Uffici amministrativi, per mancanza di personale, l’unità lavorativa presente presso la Biblioteca Comunale,

–          migliorare i servizi offerti soprattutto in termini di orari di apertura più idonei alla richiesta degli utenti

–          trasformare il complesso culturale Villa Flaiani in un vero e proprio centro di cultura.

A quanto è dato di capire quindi si intende esternalizzare il servizio biblioteca per recuperare risorse umane, un dipendente, da destinare agli uffici amministrativi. Legittima esigenza ?.

Si intende inoltre aumentare l’orario di apertura senza oneri aggiuntivi  forse, come affermato in delibera, con la eventuale vendita del patrimonio librario?

Ci si chiede a questo punto  come si può avere un’economia, senza aggravio dei costi, assicurando orari di apertura maggiori.

E stata accertata l’impossibilità di utilizzare risorse umane disponibili, sia all’interno che in altri settori?

E’ stata fatta una ricognizione?.

Come è possibile  l’affidamento della gestione a terzi senza che questo comporti maggiori oneri per i cittadini ?.

A chi sarà affidata la responsabilità della struttura, servizio culturale museale espositivo, con quali costi?

Senza entrare nel dettaglio di tutta l’operazione proposta si vorrebbero conoscere, ai fini dell’art. 3 della Legge 241/90; le motivazione, i  presupposti  di fatto e le ragioni giuridiche  che  hanno  determinato  la  decisione dell’Amministrazione, in relazione anche alle risultanze di una eventuale e opportuna istruttoria.

Quanto sopra nella consapevolezza che nel processo sono coinvolti lavoratori dell’Ente e risorse pubbliche.

 Funzione Pubblica CGIL

                                                                                         Amedeo Marcattili

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.