AGGRESSIONE PER RIVALITA’ CALCISTICA: OBBLIGO DI DIMORA PER ULTRA’ TERAMANO

15 Luglio 2014 22:080 commentiViews: 16

 

 

IL GIOVANE, NOTO ALLE FORZE DI POLIZIA, AGGREDI’ DUE RAGAZZI SOLO PERCHE’ DI GIULIANOVA.

 

 

 

E’ quello che successe a tarda ora il 17 gennaio 2014 quando due ultrà teramani, all’uscita della discoteca Haeven di Teramo, aggredirono violentemente  due giovani di Giulianova, non conosciuti, solo perché provenienti da quella città con cui esiste, come noto da tempo, accesissima rivalità sportiva nelle fasce più basse del tifo, e pertanto “ non graditi” sul territorio comunale di Teramo.

I due aggressori si dileguarono velocemente appena accortisi che una ragazza presente nei pressi stava chiamando il 113.

I ragazzi giuliesi riportarono lesioni guaribili superiori a dieci giorni.

 

L’attività d’indagine della Digos ha permesso di ricostruire le varie fasi dei deprecabili fatti e denunciare all’A.G. i due per lesioni aggravate in concorso, porto abusivo di armi o strumenti atti all’offesa, il tutto con l’aggravante dei futili motivi.

 

Ieri mattina il GIP presso il Tribunale di Teramo ha emesso nei confronti di uno degli aggressori, un ventiquattrenne teramano noto alle cronache e destinatario più volte di provvedimento interdittivo dall’accesso ad impianti sportivi ove si svolgono competizioni, la misura cautelare dell’obbligo di dimora in Teramo con divieto di uscire dalla propria abitazione dalle 17.00 alle successive 07.00.

 

 

Teramo, 15 luglio 2014

print

Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi