Giulianova. CONFCOMMERCIO, CONFESERCENTI, SILP-FIBE ITALIA e SIB-FIPE: il controllo del territorio deve essere costante.

31 Luglio 2014 11:040 commentiViews: 47

Con orgoglio per l’unitarietà di intenti, a nome delle rappresentanze locali delle principali Associazioni Nazionali delle categorie commerciali e  di intrattenimento: CONFCOMMERCIO – CONFESERCENTI –  SILP-FIBE ITALIA – SIB-FIPE.

Dato atto dei recenti interventi straordinari del Comune in merito ai problemi del commercio abusivo, della presenza di soggetti senza dimora dediti alla delinquenza, nonchè di numerosi irregolari extracomunitari, di soggeti in pesante stato di ubriachezza (purtroppo spesso minorenni) nonché del degrado dovuto alla mancata rimozione dei rifiuti spiaggiati.

PREMESSO CHE

Alle nostre Sedi pervengono da gran parte degli esercenti Giuliesi nonché da numerosi “cittadini – consumatori” la richiesta di rispetto di tutte le norme esistenti per una serena convivenza e per la sicurezza delle attività commerciali, ivi incluse le norme igienico – sanitarie e di pubblica sicurezza in genere, sia per i residenti che per i turisti.

E’ fondamentale che le attività di controllo e sicurezza, per essere efficaci, siano costanti nel tempo e diffuse sul territorio, e non sporadiche ed eccezionali, per riportare Giulianova ad essere una Città ordinata, elegante e sicura.

Si COMUNICA:

–         I Commercianti e gli operatori turistici di Giulianova hanno percepito finora un senso di abbandono dalle autorità deputate ai controlli ed alla vigilanza, è improrogabile che si faccia ogni sforzo per rimuovere tale situazione di “disagio e abbandono”.

–         Sono sempre più numerosi i soggetti che bivaccano in maniera indecorosa (spesso in stato di ubriachezza e spesso minorenni) nelle vie di Giulianova, alta e spiaggia, per tutte si veda la zona Stazione, nonchè nelle aree centrali, rendendo una immagine negativa e che non rende giustizia alla reale struttura commerciale, turistica e sociale di Giulianova.

–         E’ opportuno che la sorveglianza ed i controlli siano presenti anche dopo le ore 20,00, specie nel periodo estivo e in occasione di “eventi” fino al termine degli stessi.

–         E’ improrogabile la ferma e giornaliera applicazione delle regole relativa agli ambulanti irregolari che continuano a commerciare nelle spiagge e nei mercatini in genere.

CONCLUSIVAMENTE

Le principali Confederazioni Nazionali qui unitariamente rappresentate sono pronte a dare vita al “tavolo tecnico” con le Autorità competenti, in primis il Comune, come promesso nella campagna elettorale, per:

  1. Diffondere la cultura dell’imprenditoria commerciale seria e rispettose delle regole (sicurezza, sanitarie, ecct) anche per il dovuto rispetto dei “cittadini –consumatori”, che sono l’altra faccia della stessa medaglia.
  2. Evitare e combattere il diffondersi di prassi commerciali scorrette e dannose per le attività stabili Giuliesi che con il loro impegno e contributo in termini di tasse dovrebbero contribuire a rendere viva e attraente la città di Giulianova, per 365 giorni anno.
  3. Prevedere una attenta “contabilità degli eventi” per la esatta determinazione dei “costi diretti ed indiretti” degli stessi. Tale “trasparenza” dei costi è prerogativa di un Comune moderno e giusto, e peraltro, a breve obbligatoria per la nuova contabilità Comunale
  4.  Prevedere contributi di piena copertura dei “costi globali” a carico delle sole attività che beneficiano degli eventi stessi, riducendo così la pressione fiscale a carico delle altre imprese che non ne beneficiano, e che oggi sono costrette a pagare tali spese con le loro tasse, in aggiunta alla già elevata pressione fiscale (oltre il 45% secondo i recenti dati Confcommercio).
  5. 5.  In un contesto di spending-review delle casse comunali tali giuste economie ed equa ripartizione dei “costi  globali eventi” potranno liberare risorse da destinare alla materia della vigilanza e controllo che eleverebbero il livello di sicurezza e gradevolezza della Città di Giulianova.
  6. 6.  Il “tavolo tecnico” ormai improrogabile dovrà mirare alla salvaguardardia dei posti di lavoro degli esercizi che per l’intero anno operano nella Città, correttamente e seriamente, gravati da una elevatissima pressione fiscale, e che sono proprio i più colpiti dalla concorrenza sleale, dall’abusivismo commerciale, e che più risentono della necessità di controlli e vigilanza, per la sicurezza e contro il degrado e per il rispetto delle regole.

Confcommercio Giulianova

Pietro Belgiglio

Marco Berilli

Confesercenti Giulianova

Gianluca Grimi

Silp-Fibe

Gianpiero D’Angelo

SIB – FIPE

Domizio Scilli

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi