Teramo. TOTO ASSESSORI SULLE SPALLE DEI CITTADINI

19 Giugno 2014 23:250 commentiViews: 19

 

 

Impazza il toto assessori al Comune di Teramo. La grande accozzaglia adesso è in difficoltà proprio per evitare di lasciare vittime illustri disoccupate sotto la loggia del Comune. Si vocifera di 9 assessori per il Comune di Teramo quando in Comuni ben più vasti e con bilanci più importanti se ne nominano molto meno. Hanno voluto vincere per forza vendendo l’anima al diavolo. Le cambiali elettorali si pagano e queste sono le conseguenze che ovviamente ricadranno sulle spalle dei cittadini, perchè si sa, gli assessori costano. Staremo a vedere.

 

Il MoVimento 5 Stelle da tempo ha espresso la sua pozione. Per capire basta leggere a pagina 5 del nostro programma per Teramo scritto dai cittadini: nessun doppio incarico, Sindaco e Assessori a tempo pieno, nomina degli assessori in base ai curricula anziché secondo le consuete ed inaccettabili logiche spartitorie elettorali.

 

Ma se da un lato le dinamiche politiche di assestamento del potere non ci appassionano, dall’altro stiamo portando avanti celermente le prime battaglie che ci attendono. Nella giornata di ieri, i nostri portavoce eletti in Comune, hanno protocollato presso le sedi di Ruzzo e Te.Am., una richiesta di accesso agli atti riguardante i verbali del consiglio di amministrazione di tali partecipate degli ultimi 2 anni. Sono i primi passi dell’operazione trasparenza che porteremo avanti in consiglio per i cittadini.

 

A corollario ricordiamo ai nostri futuri amministratori, alcune indicazioni importanti sulle quali vigileremo da subito:

 

1. Pubblicazione sul sito internet del Comune entro tre mesi dalle elezioni, delle dichiarazioni dei dati di reddito e patrimonio relativi a ciascun componente della Giunta con particolare riferimento alle partecipazioni societarie, alla consistenza degli investimenti obbligazionari, titoli di stato ecc (art. 14 D.Lgs. 33/2013)

2. Pubblicazione sul sito internet del Comune entro un mese dalle elezioni delle spese elettorali sostenute da ciascun candidato.

3. Rendere pubbliche nei modi di legge e a mezzo stampa le convocazioni del Consiglio e l’ordine del giorno.

4. Ai sensi dell’art. 29 dello statuto, il Sindaco, sentita la Giunta, deve presentare entro 60 gg dall’insediamento, le linee programmatiche con i progetti da realizzare nel corso del mandato.
IL PORTAVOCE DELL’ASSEMBLEA
Benedetto Zippilli

 

I PORTAVOCE IN COMUNE
Fabio Berardini
Paola Cardelli

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi