Teramo. “SANTI, POETI E BRIGANTI” IL NUOVO CD DI ROPPOPPO’

18 giugno 2014 19:130 commentiViews: 27

 

Domani alla Sala Polifunzionale la presentazione del nuovo lavoro di Franco Palumbo

 

 

 

Dal folk all’etnomusicologia. Franco Palumbo, in arte RoppoPpò, esplora un nuovo percorso artistico. È in uscita un nuovo cd musicale dal titolo Santi, poeti e brigantiche rappresenta un’importante evoluzione nella carriera dell’artista; sarà presentato giovedì 19 giugno, alle ore 17:00, all’interno della sala Polifunzionale della Provincia, in Via Comi a Teramo.

 

L’evento di presentazione è organizzato dall’associazione “Il Ponte e la Torre” con la collaborazione della casa editrice Artemia e patrocinato dalla Provincia di Teramo. Nel corso della serata-evento, coordinata dalla giornalista Roberta Di Sante, insieme all’artista interverranno il Prof. Elso Simone Serpentini e l’addetto stampa del Santuario di San GabrielePadre Vincenzo Fabri.  

 

Il cantastorie teramano è finora conosciuto e reso popolare dai suoi brani, tutti attribuibili al genere folk, che lo hanno portato a incidere pezzi assai amati dal pubblico di ogni età e di ogni ceto sociale e ad essere applaudito in numerosi concerti dal vivo nelle feste e nelle sagre paesane. Con questo suo nuovo prodotto, Roppoppò accede ad un livello superiore, quello etnomusicale, che ne afferma una indiscutibile valenza culturale e si caratterizza per la natura dei testi, tratti dalla tradizione, anche orale, o espressamente composti, e per la grande qualità dell’arrangiamento musicale, particolarmente curato. Gli undici brani inseriti nel cd trattano del brigantaggio (il testo di Sciarra brigante è di Elso Simone Serpentini), della popolarità di santi quali San Gabriele e Sant’Antonio, di poesia (il testo di un brano sul Carnevale è di Gabriele D’Annunzio).

 

Con questo suo nuovo cd, Roppopò si conferma artista popolare di forte richiamo ed esordisce come autore ed esecutore di una musica in cui la tradizione e la spontaneità si uniscono e si fondono con elementi tratti dalla cultura “dotta” e dalla storia.

 

 

Teramo 18 giugno 2014

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi