1

Val Vibrata. CRONACA DI UN DISASTRO ANNUNCIATO

 

8 luglio 2010: Abruzzo con il mare tra i più inquinati; 17 agosto 2010: moria di pesci nel Vibrata; 23 agosto 2010: le analisi dell’ARTA confermano l’inquinamento sulla costa di Alba Adriatica; 23-24 agosto 2010: individuati scarichi altamente inquinanti nel Vibrata; 27 agosto 2010: indagato il Presidente di Ruzzo Reti; 31 dicembre 2010: la Procura di Teramo indaga in forza delle querele dei genitori delle decine di Bambini ricoverati; 7 giugno 2011: inizia la depurazione della Foce del Vibrata (con scarsi risultati!); 15 luglio 2011: il depuratore diventa più potente (in cosa non si sa!); 3 agosto 2012: la corrente porta l’inquinamento sulla costa; 10 agosto 2012: divieto di balneazione per la presenza di escherichia coli superiore di 4 volte il limite; 25 aprile 2013: nuovo divieto di balneazione ad Alba Adriatica; 26 giugno 2013: Bambina ricoverata in rianimazione dopo un tuffo in mare (fortunatamente poi si salverà)2 luglio 2013: Goletta verde, su nove Foci di Fiume, sette sono inquinate; 5 settembre 2013: nuovo divieto di balneazione ad Alba Adriatica; 29 ottobre 2013: per i Sindaci la colpa dell’inquinamento è di altri; 8 maggio 2014: primo divieto di balneazione (preventivo!?!).

Per sommi capi negli ultimi tre anni, purtroppo, queste sono le notizie principali in merito all’inquinamento del Vibrata e del mare di Alba Adriatica.

Oggi ancora non sappiamo se i Comuni di Alba e Martinsicuro avranno la tanto agognata bandiera blu.

Emerge il fatto che i vari Enti (Comuni, Provincia, ARTA, Ruzzo Reti, Genio Civile ecc.) si “rimpallano” le responsabilità, lungi (tutti) dall’intervenire una volta in modo risolutivo.

Sulla porta delle elezioni TUTTI si sbracciano nel rivendicare più attenzione all’ambiente, per la lotta all’inquinamento … ma sino a ieri dov’erano?Non abbiamo bisogno di persone che ci dicono che l’inquinamento deve essere combattuto, o che è necessaria più vigilanza, come aver bisogno di più attenzione all’ambiente. Abbiamo bisogno di persone che, fustigandosi (letteralmente), ammettano le proprie colpe e, unitamente ad altri, intervengano, seriamente, una volta per tutte.

Nel frattempo attenderemo l’ennesimo ricovero o peggio?

Stefano Flajani

Segretario Cantone Abruzzo

 

Portavoce unico per tutte le sezioni dell’Abruzzo -Referente per il centro Italia