Teramo. Liliana è prigioniera del suo appartamento Ater. Liliana è affetta da Sla.

12 Maggio 2014 18:430 commentiViews: 7

L’Ater di Teramo avrebbe dovuto installare un ascensore  per aiutare Liliana nei suoi spostamenti.
Oltre 70 scale in un edificio dove risiedono un altro disabile al 100% e un’altra persona con un’invalidità al 75%.
L’iter regionale ha visto approvato il finanziamento per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Circa 200 mila euro.
Che fine ha fatto la pratica?
Dopo il passaggio positivo in Giunta è stata assorbita dai colletti bianchi.
Perché dopo 1 anno e tre mesi dal protocollo della richiesta, l’Amministratore dell’Ater Marco Pierangeli ha deciso di muoversi solo dopo la protesta?
Perché la pratica è rimasta dormiente?
Il comitato Ora Basta ha deciso di invitare i cittadini di Teramo e di Colleatterrato, i giornalisti, i blogger, i media in generale ad una conferenza stampa, Oggi,  Lunedì 12 Maggio alle ore 10 e 30.
A casa di Liliana a Colleatterrato in via Giovanni XXIII numero 28
Vi spiegheremo le ragioni della nostra protesta  e il senso di abbandono, desolazione, tristezza che vive la famiglia Serafini.
Non solo la famiglia Serafini ma tutti i disabili che sono nella stessa situazione.

Certi della vostra presenza e dello spazio per la pubblicazione.

Video di Liliana…..

https://www.youtube.com/watch?v=pi8UweMYaZ8


Giancarlo Falconi

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi