Teramo. Incontro con Aida Stoppa, “Una vita tra arte e letteratura”.

19 Maggio 2014 17:510 commentiViews: 173

Il prossimo appuntamento che Maggio.Fest vi propone è con i LIBRI: l’incontro con  Aida Stoppa –Una vita tra arte e letteratura – si terrà Martedi 20 Maggio alle 18,30  alla Sala San Carlo del Museo Archeologico di Teramo;  la scrittrice sarà introdotta dalla giornalista Anna Fusaro; letture di Eugenia Rofi.

Aida Stoppa

Aida Stoppa

 

Vi ricordiamo inoltre che il 24 Maggio alle 18,30 il Maggio.Fest presenta per la sezione ARTE l’installazione di Fausto Cheng“Cuore Sacro”: in occasione dell’opening del 24 Maggio dalle 19 alle 21 (e successivamente Giovedi 29 Maggio, sempre dalle 19 alle 21) i visitatori saranno accompagnati da una Performance Art ideata dal regista Silvio Araclio.

 

L’installazione di Cheng sarà aperta al pubblico da Sabato 24 a Giovedi 29 maggio dalle 18,30 alle 20.

 

Info e prenotazioni:
Spazio Tre – tel./fax 0861- 247547 – Via Cona, 101 – 64100 Teramo (Te)
www.maggiofesteggiante.it
www.spaziotre.info
spaziotre.spaziotre@tin.it
http://www.facebook.com/home.php?#!/pages/SPAZIO-TRE-ASSOCIAZIONE-CULTUR
ALE/119872264694459?ref=ss

LIBRI

 

Martedì 20 maggio

Sala San Carlo- Museo Archeologico  ore 18,30

 

AIDA STOPPA una vita tra arte e letteratura

introduce Anna Fusaro ∙ Giornalista

letture Eugenia Rofi

Si è travolti dalla scrittura e dalla conversazione di Aida Stoppa. Scrittura fiammeggiante, conversazione seducente, personaggio coltissimo e affascinante che ipnotizza con grazia felina. Nelle sue pagine densissime si rincorrono parabole, storie bizzarre, universi di passioni impertinenze ribellioni. Rivolte femminili soprattutto, come quelle esemplari di Ipazia e di Cristina da Pizzano, due fra le tante donne restituite alla luce da Aida Stoppa in quel formidabile e coerente ipertesto composto da tutta la sua produzione letteraria, ispirata da un animo femminista mai domo. Anna Fusaro

 

 

Aida Stoppa è nata, risiede e lavora a Teramo. Si è laureata in Lettere classiche nell’Università degli Studi di Firenze. Ha insegnato Storia dell’Arte  nel Liceo Classico e Italiano e Storia in altri Istituti Superiori. Ricca di vasta cultura, esperta di critica d’arte, è stata madrina di numerose mostre sia in Abruzzo che fuori. Ha seguito in modo particolare con recensioni e articoli pubblicati su quotidiani regionali e nazionali, l’attività della Galleria San Giorgio, gestita dal marito Arturo Martellacci, che ha dato risonanza in regione all’opera di artisti figurativi di fama nazionale e internazionale. E’ collaboratrice della Rivista Abruzzese, rassegna trimestrale di cultura. Tra i suoi molteplici interessi domina la passione per il racconto e il romanzo. Ha pubblicato tre raccolte di racconti: La perdita d’aureola. Parabole sulla scuola di fine millennio, Primo Premio internazionale per la narrativaBorgo degli artisti” (Milano 1999); Abruzzo bizzarro, Primo Premio nazionale per la narrativa “Emily Dickinson”, (Taranto 2001); Sette universi di passione, Finalista Premio Firenze 2005, Premio per la Narrativa “Città di Salò” 2005, Primo Premio nazionale “Il Golfo”, (La Spezia 2006). Ha vinto numerosi altri primi premi nazionali e internazionali per la narrativa, a L’Aquila, Pontedera, Genova, Napoli ecc. Delitto nel cuore, romanzo giallo edito da Carabba nel 2008, ha avuto una seconda edizione nel 2014 da Galaad, a Giulianova. Il romanzo Io, Cristina. Storia di Cristina da Pizzano. Alle origine della “Querelle de femmes”, prima ed. Galaad 2012 e seconda ed. 2013, ha ottenuto la segnalazione d’onore al Premio “Firenze-Europa” 2012 e il Primo Premio nazionale di NarrativaIl Golfo”, La Spezia 2013.

 

 

 

 

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi