Pescara Porta di Pace Domenica 18 maggio, dalla mattina e fino alla sera, il Matta ospita stage, seminari e concerti

18 Maggio 2014 06:310 commentiViews: 16

 

Domenica 18 maggio lo Spazio Matta (l’ex mattatoio di via Gran Sasso 53) a Pescara ospita l’iniziativa “Pescara Porta di Pace”, promossa dall’associazione Baobab in collaborazione con il Festival “Gargano Porta di Pace” di Manfredonia, l’Umbra Forest Folk Festival, l’associazione Forontò “Arte e Fraternità” di Milano ed il supporto della trattoria Sanacore  e dell’associazione Sottosuono, entrambe di Pescara.

 

L’obiettivo della manifestazione è quello di portare alla luce musiche e arti delle varie tradizioni “popolari” e di evidenziare il messaggio di pace fra popoli, culture, singoli individui, contribuendo allo scambio e alla conoscenza che è fonte primaria della relazione sociale. Tutto ciò nella profonda convinzione che musica, danza e altre simili forme espressive, siano un formidabile fattore aggregante, veicolo di pace e portatore di “stimoli” e creatività.

 

La giornata vedrà, sin dal mattino e per tutto il pomeriggio, una serie di stage e seminari e si concluderà, la sera, con il concerto che vedrà protagonisti tutti gli artisti che hanno dato la loro autorevole adesione, tra i quali anche Alexian Santino Spinelli, fisarmonicista e cantautore conosciuto a livello internazionale perché partecipa a tutti i più importanti festival di musica etnica e di musica Rom contribuendo a far conoscere quella secolare cultura nel mondo.

 

Il programma:

11.00/13.00 – Laboratorio di danza afro con musiche dal vivo con il maestro Jean Louise Ndiaye; percussioni dal vivo con i maestri Seydou Dao, Pino Petraccia e Francesco Candeloro;

13.00/14.00 – Pausa pranzo: nel cortile del Matta catering a cura della trattoria Sanacore e “La pecoram’briaga” con arrosticini e couscous africano di carne e vegetariano;

14.00/16.00 – Tabla, stage introduttivo al sistema ritmico musicale dell’India con il maestro Gerardo Destino (aperto a tutti);

16.00/18.00 – Laboratorio di tamburello tradizionale e moderno con il maestro Antonio Franciosa;

18.00/20.00 – Laboratorio di danze popolari tenuto dai maestri Michele Mangano ed Enza Di Bari con musiche dal vivo;

20.00/21.30 – Nel cortile del Matta catering a cura della trattoria Sanacore e “La pecoram’briaga” con arrosticini e couscous africano di carne e vegetariano;

21.00 – Proiezione del documentario Couscous Island” a cura del Gruppo Alhena. Il documentario fa parte del progetto Living Food Communities, una serie di cortometraggi prodotti da Slow Food per il progetto 4Cities4Dev Project.

21.30 – Concerto con Alexian Santino Spinelli, Seydou Dao, Jean Louise Ndiaye, Gerardo Destino, Pino Petraccia, Michele Mangano/Enza Di Bari, Danzanova Folk Made Gargano & Salento, Antonio Franciosa, Stefano Taglietti, Roberto Jimmi Fascina, Gianluca Ciavatta, Francesco Candeloro, Gruppo Alhena, Fabio Battistelli, Raffaele Rubino, Jolina, Gabriele Pallini e i Disoccupati Innamorati.

 

Per informazioni: Stefania Petraccia 339.8523439 (stage di danza-afro), Francesco Candeloro 348.2915880 (stage di percussioni e djembe), Maja Sprecacenere 393.3086187 (stage di tamburello e pizzica).

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi