Arte no caste, la creatività sposa le tecnologie digitali

17 maggio 2014 09:240 commentiViews: 8

 

Domani sera all’Aurum la performance di Antonio Lori. In centinaia all’ex distilleria

 

PESCARA –  Sono già centinaia i visitatori che hanno affollato le sale dell’Aurum di Pescara, in occasione della manifestazione “Arte no caste. Creatività senza etichetta”, aperta l’8 maggio scorso e che si concluderà l’1 giugno prossimo. La mostra, organizzata dall’”Associazione del guardare creativo” presieduta da Gabriella Capodiferro, vede impegnati ben cinquanta artisti dai vari linguaggi espressivi, diversi per età, provenienza, poetica, curriculum.

E domani sera, sabato 17 maggio, alle ore 21 è in programma il primo dei tre eventi collaterali che faranno da corredo alla manifestazione in tutti i fine settimana. Antonio Lori realizzerà infatti, dal vivo, un’opera digitale, proiettandola a favore del pubblico: «Fotografie, fondi di dipinti e particolari che attirino l’attenzione – dice l’autore – sono la base di partenza di questa opera, nella quale un particolare della “Maestà del Simone Martini” è il soggetto principale che viene “ritracciato” per evidenziarne i volumi. Ogni elemento rappresentato è decontestualizzato, e qualsiasi legame con la realtà viene reciso, per dare vita ad una composizione in cui il colore svolge un ruolo fondamentale, contribuendo a immergere gli oggetti rappresentati in atmosfere surreali».

 

16/5/2014

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi