Teramo. Regionali, Paolo Gatti apre a Teramo la campagna elettorale

29 Aprile 2014 21:370 commentiViews: 12

 

“Abbiamo risanato una Regione distrutta, la politica del fare

contro chi promette sogni”.

TERAMO – «Cinque anni fa ci hanno lasciato una Regione distrutta, con 4 miliardi di debiti e la sanità commissariata. Noi abbiamo lavorato con ferocia, serietà e determinazione per restituire agli abruzzesi una Regione migliore. Ora c’è chi continua a parlare di sogni, chi fa campagna elettorale senza contenuti e chi chiede un voto di protesta. Il nostro discorso è serio, fatto di concretezza e onestà per proseguire sulla stessa strada iniziata nel 2008 con Gianni Chiodi». Con queste parole ieri pomeriggio Paolo Gatti ha aperto ufficialmente a Teramo la sua campagna elettorale per le Regionali del 25 maggio nelle liste di Forza Italia. Con lui, i candidati alla presidenza della Regione e al Comune di Teramo della coalizione di centrodestra, Gianni Chiodi e Maurizio Brucchi, intervenuti a sostegno della candidatura di Gatti davanti ad una sala gremita, la Polifunzionale della Provincia, di cittadini e simpatizzanti.

 

«La sfida del risanamento l’abbiamo raccolta e vinta. Abbiamo chiesto sacrifici a tanti e tolto privilegi – ha continuato Gatti – ma i risultati oggi si vedono e sono importanti. Il debito pubblico è stato ridotto di un miliardo, questo vuol dire che ci sono 60 milioni di interessi risparmiati da investire nella crescita e nello sviluppo dell’Abruzzo. Siamo l’unica Regione in Italia ad aver ridotto davvero le tasse quando le imposte nazionali aumentavano». Poi i numeri e gli obiettivi raggiunti alla guida del settore delle Politiche Attive del Lavoro e della Formazione: «Con quattro edizioni di “Lavorare in Abruzzo” – ha ricordato l’assessore uscente – quasi 6mila abruzzesi hanno avuto un contratto a tempo indeterminato, con i bandi di “Fare Impresa”, “Goal” e “Intraprendo” abbiamo finanziato 578 nuove imprese e altre 1836 attività hanno ottenuto contributi fino a 25mila euro con i fondi del Microcredito».

 

Sessantamila i lavoratori abruzzesi tutelati con 300 milioni di euro di ammortizzatori sociali, più di 2mila e 500 le donne che hanno avuto un sostegno grazie ai bandi de “La crescita è donna”. Dal lavoro alla scuola, sono 7 milioni e mezzo le risorse destinate in cinque anni agli asili nido della regione, 10 milioni quelli investiti contro la dispersione scolastica e per migliorare l’offerta formativa nelle scuole abruzzesi e 31 milioni di euro le risorse destinate a ricerca e innovazione. «Per questo ho scelto come slogan “dire significa fare”, perché un politico deve passare dalle parole ai fatti, deve rendicontare con i fatti gli obiettivi raggiunti. I miei sono questi. Il voto del 25 maggio è importante per continuare su questa strada, investire e uscire dal tunnel della crisi».

 

 

 

 

 

«E’ grazie a questo lavoro se in Abruzzo la disoccupazione è cresciuta meno della media nazionale»,  ha ribadito nel suo intervento il candidato presidente Chiodi che ha ricordato anche lui i risultati ottenuti dalla giunta uscente e i nuovi obiettivi per la prossima legislatura. «Serietà e concretezza – ha poi ricordato – sono questi i caratteri che un politico deve avere. E sono queste le caratteristiche che Paolo Gatti ha dimostrato di avere in questi cinque anni». Ad aprire l’evento, il candidato sindaco di Teramo Maurizio Brucchi, che ha ricordato la collaborazione tra i due livelli istituzionali, Comune e Regione, e l’importanza di proseguire su questo percorso per lo sviluppo e la crescita del territorio teramano e abruzzese.

 

Teramo, 29 aprile 2014

 
 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi