La Morte si fa bella

8 Aprile 2014 21:050 commentiViews: 13

La morte si fa bella

Ventiquattro penne fra le più brillanti del panorama editoriale italiano che accettano di scrivere sul più grande tabù dell’essere umano. Una casa editrice coraggiosa che non ha paura di porre la morte al centro dell’attenzione. Una sfida: provare a scrivere racconti di genere sul tema esiziale, mettendolo a fuoco dalle più diverse angolazioni esistenziali. Da queste premesse scaturisce La morte nuda, l’ultima fatica antologica a marchio Galaad, a cura delle scrittrici Simona Castiglione e Caterina Falconi.

I racconti presenti nell’antologia invitano chi legge a vedere la morte con occhi nuovi, sotto profili inconsueti: auspicabile, cercata, voluta, indagata, coccolata, personificata, oggetto del desiderio. Come fosse una bella donna misteriosa, alla quale si va incontro carichi di aspettative più che di paure.

Ecco i nomi del manipolo di prodi che si è sperimentato sul corteggiamento della morte: Bathory, Bonafini, Candida, Castiglione, Cavalli, Collu, Dal Vecchio, De Marco, Di Iacovo, Di Marco, Falconi, Ferri, Genti, Joyce, Liberale, Maffioletti, Martini, Monini, Morozzi, Ponso, Rinaldi, Sapienza, Toniolo, Zardi.

Le curatrici

Simona Castiglione nata a Catania, vive a Padova. Ha lavorato a Milano per le principali case editrici. Attualmente insegna lettere e scrittura creativa. Nel 2010 ha esordito con la raccolta di racconti La mente e le rose (Transeuropa edizioni); da allora ha pubblicato diversi racconti per antologie (MadreMorte, Transeuropa; L’occasione, Galaad; Serenate al chiaro di luna, edizioni Mazza; Storie di martiri, ruffiani e giocatori, CaratteriMobili). Per la rivista «Nuova Prosa» ha curato la raccolta Racconti erotici al femminile con ospite maschile. Ha pubblicato articoli e racconti per riviste, giornali e blog letterari (La Stampa, Il Gazzettino, Sicilia & Donna, Primo Amore, Doppio Zero, Vicolo Cannery, Scuola Twain, Grafemi). Recentemente ha pubblicato il romanzo cooperativo Lavoricidi Italiani (Miraggi edizioni). Ha un romanzo in uscita per l’editore Perdisa.

Caterina Falconi, classe 1963, è laureata in Filosofia. Ha pubblicato due raccolte di racconti con le Edizioni Clandestine. Un romanzo: Sulla breccia (Fernandel, 2009). È presente, col racconto Aspettando che muoia, nell’antologia Fiocco rosa (Fernandel, 2009). Con Simone Gambacorta ha pubblicato Una questione di malafede. Scambio a due voci sulla scrittura creativa (Duende, 2010). Un suo racconto: La morte minuscola, è nell’antologia 365 racconti sulla fine del mondo (Delos Books, 2012). Ha curato, con Francesca Bonafini, l’antologia L’occasione (Galaad Edizioni, 2012) in cui è presente il suo racconto Ritratto di sconosciuta. È, con il racconto Venitemi a prendere, nell’antologia Nessuna più (Elliot, 2013). Numerosi suoi racconti sono pubblicati sulla rivista «Fernandel».

 

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi