DON TONINO BELLO FRANCESCANO

25 Aprile 2014 09:080 commentiViews: 14

 

 

 

 

ALESSANO  (Lecce)Sabato 10 maggio 2014, ad Alessano, il Convento dei Frati Minori Cappuccini, alle ore 20, ospiterà la conferenza “don Tonino Bello Francescano” del  professor Francesco Lenoci, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e vicepresidente dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano. È incredibile constatare quanto don Tonino Bello abbia recepito il messaggio del suo punto di riferimento: San Francesco d’Assisi.

 

Don Tonino Bello entrò nell’Ordine Francescano Secolare il 1° gennaio 1962, a 26 anni. Nell’orizzonte spirituale di don Tonino Bello, Francesco rappresenta: la ricerca costante del perdono e della pace, l’amore per la vita, una nuova forma evangelica del vivere, una visione cosmica dell’esistere. E ancora, la persuasione che il male si vince con il bene, l’errore si vince con la testimonianza della verità, l’odio si vince con l’amore.

 

Diceva il poverello d’Assisi: “Che cosa si guadagna lamentandosi dei mali che ci attorniano? Quando si dice tutto è perduto, qui tutto è finito, la speranza alza la sua bandiera e dice … qui tutto inizia. La speranza è più forte dello sconforto, il bene superiore al male. I frati minori andranno per il mondo con una bandiera ben visibile, la bandiera della povertà. Sulla cima della bandiera dovranno vedersi queste parole: pace e amore”. In tanti  possono testimoniare  l’attaccamento di don Tonino Bello alla bandiera con sopra incise le parole pace e amore.

 

La conferenza è organizzata dalla Fraternità Francescana di Alessano, con il patrocinio dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi