Vasta operazione antidroga. Carabinieri di Livorno danno esecuzione a 53 ordinanze di custodia cautelare in carcere. Anche a Colonnella

14 marzo 2014 20:580 commentiViews: 6

Una vasta operazione antidroga quella conclusa nella giornata di ieri dai Carabinieri del Comando Provinciale di Livorno. I militari sono infatti stati impegnati nell’esecuzione di ben 53 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Tribunale di Livorno, nei confronti di altrettanti soggetti resisi  responsabili del reato di “Produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti”. Il provvedimento, in particolare, ha interessato per la maggior parte individui di origine marocchina (50) ed altri 3 italiani, tutti di Livorno.

L’indagine conclusasi ieri, che ha visto impegnati anche i militari di altre provincie tra le quali Lucca, Pistoia, Ravenna, Teramo, Torino e Reggio Emilia nonché il Nucleo Elicotteri di Pisa, ha avuto inizio circa 15 mesi fa come propagine della nota operazione denominata “Colline pulite” ed è stata condotta dal Norm della  Compagnia del capoluogo labronico e dalle Stazioni Centro e Montenero.

Le numerose attività di indagine tecnica e di osservazione diretta svolte, in questi mesi, dai militari della Compagnia, con il supporto del Nucleo Investigativo, ha infatti consentito di portare alla luce svariati episodi di importazione, detenzione e spaccio di droga del tipo “cocaina”, “eroina”, “hashish” e “marijuana”.  I numerosi pusher nordafricani erano, infatti, dediti allo smercio dello stupefacente in diversi punti delle zone collinari e boschive del comprensorio livornese. Come accertato dagli inquirenti gli spacciatori si erano organizzati in  gruppi di piccole dimensioni –  dalle tre alle quattra unità al massimo, comunque collegati fra loro – che a rotazione si installavano stabilmente all’interno di queste aree impervie e poco accessibili, dimorando in tende piazzate nel folto del bosco, che avevano “eletto” a luogo di spaccio proprio per le loro caratteristiche territoriali ideali.  Il particolare contesto ambientale, infatti, costituiva per loro un facile nascondiglio naturale per la loro persona e per le sostanze stupefacenti e agevolava la loro fuga in caso di controlli delle forze dell’ ordine.

Nel corso dell’intera attività, durata oltre 15 mesi, i militari sono riusciti a rinvenire e sequestrare, in più occasioni, ben 1.300 gr. di stupefacente nonché oltre 14.000 €. in contanti, provento dell’attività di spaccio, numerose armi sia da fuoco che bianche oltre ad arrestare in flagranza 44 persone.

Nella giornata di ieri, infine, i militari operanti hanno eseguito 28 provvedimenti (dei 53 emessi)

 

Tutt’ora in atto, invece, le ricerche per rintracciare le rimanenti 25 persone da trarre in arresto, al momento resesi irreperibili.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi