Insegnare musica nella visione afrocentrica

31 Marzo 2014 15:110 commentiViews: 21

Marcello Piras e l’Associazione ADAM presentano un intenso mese di aprile a Pescara.

 

Insegnare musica nella visione afrocentrica

 

Corso di I livello

14/16 aprile 2014

 

Corso di II livello

10/12 aprile 2014

Frontiere, Cinque Compositori Neri
Conversazioni di Marcello Piras

22/26 aprile 2014, ore 17.30

 

ResNudaTeatro.
Pescara. Via Carlo Pisacane, 9

 

Nel corso del mese di aprile, l’Associazione ADAM diretta da Marcello Piras, musicologo di fama internazionale, svolgerà a Pescara una serie di iniziative rivolte ai propri iscritti: Insegnare musica nella visione afrocentrica, un corso indirizzato ai docenti di musica e suddiviso in due livelli, e Frontiere, un ciclo di conferenze dedicate a cinque compositori neri. In entrambi i casi, le iniziative mettono in luce una caratteristica tipica e consolidata dello stile di Piras, vale a dire l’intenzione di andare alle radici prime dei fatti culturali, musicologici e antropologici e di sovvertire quei luoghi comuni accettati senza una verifica di qualsiasi genere.

 

Per partecipare ai corsi e alle conferenze è necessario aver completato l’iscrizione all’Associazione ADAM sul sito www.adam.org.mx. L’iscrizione all’Associazione ADAM costa 50€ e va fatta online. Per quanto riguarda le attività didattiche, i partecipanti possono pagare la quota di iscrizione al corso di 45€, anche all’inizio della prima lezione del ciclo di tre giorni.

 

Insegnare musica nella visione afrocentrica si svolgerà nei giorni 10/12 aprile 2014 (corsi di secondo livello) e nei giorni 14/16 aprile 2014 (corsi di primo livello). Le conferenze del ciclo Frontiere si terranno dal 22 al 26 aprile 2014.

 

Tutte le attività si svolgeranno a Pescara, in via Carlo Pisacane 9 presso lo Spazio ResNudaTeatro diretto da Ezio Budini.

 

Insegnare musica nella visione afrocentrica è il titolo del percorso didattico presentato da Marcello Piras: il corso si rivolge agliinsegnanti di musica di qualunque indirizzo stilistico e livello e, come detto, sin dal titolo offre una prospettiva rivoluzionaria della didattica, una impostazione differente, nuova e più avanzata rispetto alle consuetudini ormai stabilite nel mondo occidentale, utile anche a comprendere meglio alcuni aspetti del funzionamento del cervello. Durante i tre giorni di corso, per ciascuno dei due livelli, oltre agli aspetti più squisitamente musicologici, si affronteranno materie che servono per inquadrare l’approccio e l’attitudine musicale come la classificazione delle culture, l’evoluzione del cervello nei vertebrati, la biologia molecolare e molte altre ancora. In molti casi si tratta di materiali del tutto inediti e innovativi per la formulazione generale e le connessioni messe in luce da Piras.La partecipazione al corso di secondo livello è possibile solo per coloro che hanno già frequentato il corso di primo livello.

 

Il costo di iscrizione complessivo al corso è di 95€ e comprende anche la quota di iscrizione annuale all’Associazione ADAM. I docenti interessati a partecipare devono iscriversi online all’associazione sul sito e contestualmente inviare la quota di 50€ e completare il pagamento in occasione dei corsi pescaresi. In questo modo, i partecipanti al corso avranno gratuitamente l’accesso a Frontiere, il ciclo di conferenze tenuto da Piras, sempre in aprile presso lo Spazio Resnuda.

 

Dal 22 aprile, poi, prende il via Frontiere. Come recita il sottotitolo, Cinque Compositori Neri, il ciclo di conferenze affronta le vicende storiche, biografiche e stilistiche di cinque compositori che in epoche e contesti differenti hanno portato un contributo di altissimo valore alla musica. Marcello Piras affronta le opere e le vicende di Duke EllingtonSamuel Coleridge-TaylorScott JoplinJoão De Deus de Castro Lobo John Lewis con un corredo multimediale di video e ascolti e porta una luce del tutto nuova o, addirittura, scoperte inedite e rivoluzionarie come quella del musicista brasiliano De Castro Lobo “riportato in superficie” da un lungo studio effettuato da alcuni musicologi brasiliani, poi ripreso, diffuso e implementato dallo stesso Piras. La formula del ciclo è stata già sperimentata con successo presso la Casa del Jazz di Roma e altre istituzioni in Italia e all’estero: naturalmente, di volta in volta, gli studi effettuati da Piras portano aggiungono elementi che vanno a completare un impianto rigoroso e capace di scavare al di sotto di concetti e preconcetti privi di fondamento ma, cionondimeno, presenti in alcune storiografie e acquisiti spesso per veri.

 

Anche per poter assistere alle conferenze, va perfezionata l’iscrizione all’Associazione ADAM sul sito www.adam.org.mx. L’iscrizione all’Associazione ADAM costa 50€ e va fatta online.

 

L’Associazione ADAM (Association for Darwinian Afrocentric Musicology) promuove la diffusione in tutto il mondo di una visione scientifica, evoluzionista, darwiniana, internazionalista e afrocentrica della storia della musica: la strategia dell’Associazione ADAM si rivolge, da una parte, alla ricerca di relazioni tra la musica, la musicologia e la cultura musicale con altri aspetti delle scienze umane, secondo la prospettiva afrocentrica e, dall’altra, alla creazione di connessioni tra quegli operatori culturali e musicali che abbiano posto la prospettiva afrocentrica al centro dei propri interessi.

 

Contatti:

 

Associazione ADAM

web: www.adam.org.mx

mail: secre@adam.org.mx

ResNudaTeatro
Pescara. Via Carlo Pisacane, 9.
Informazioni. 329.8042178
web: www.resnudateatro.wix.com/resnudateatro

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi