BOLOGNA CELLO PROJECT Venerdì 28 marzo al Matta di Pescara il penultimo appuntamento della rassegna “Officina Musicale al Matta”

28 Marzo 2014 12:240 commentiViews: 11

Sesto e penultimo appuntamento con la stagione concertistica dell’Officina Musicale al Matta di Pescara, con la direzione artistica di Orazio Tuccella, il coordinamento artistico di Pino Petraccia e la presenza di Diego Conti in veste di compositore in residence. Di scena questa volta il Bologna Cello Project, sorprendente gruppo composto di soli violoncelli nato da un’idea e per volontà di Antonio Mostacci, primo violoncello della formazione. Il programma che propongono è di assoluto e “trasversale” interesse: brani dal leggendario quarto album dei Led Zeppelin (quello che contiene “Stairway to Heaven”, probabilmente la loro canzone più famosa), raccolti in una unica suite, e una serie di composizioni scelte nell’ambito della produzione musicale di Frank Zappa negli anni dal 1968 al 70. Entrambi i lavori sono stati elaborati per ensemble di violoncelli da Diego Conti.

 

Il Bologna Cello Project nasce come percorso didattico nel gennaio 2009, fra le storiche mura del conservatorio Giovanni Battista Martini di Bologna, per iniziativa del Maestro Antonio Mostacci. Formato dai professori e dagli studenti delle classi di violoncello del conservatorio, con l’intento di fornire a questi ultimi delle valide opportunità di suonare in pubblico, il Bologna Cello Project propone un repertorio che spazia da trascrizioni di brani celebri della tradizione classica a composizioni tratte dalla letteratura specificamente dedicata ad ensemble di violoncelli, fino ad arrivare ad originali arrangiamenti di famosi brani pop e rock. La calda sonorità del gruppo ha inoltre affascinato numerosi compositori contemporanei che hanno deciso di scrivere brani originali specificamente per il Bologna Cello Project. Dall’inizio della sua attività il Bologna Cello Project ha partecipato a numerose iniziative, tra le altre cose promuovendo lo studio del violoncello con lezioni/concerto aperte e gratuite, e si esibisce regolarmente su tutto il territorio nazionale.

 

L’ingresso al concerto è con tesseramento associativo, per informazioni è possibile contattare il numero 335.436185. L’ultimo appuntamento della rassegna è previsto per venerdì 2 maggio, sempre alle ore 21.00, con il “Requiem in Re minore KV626”, l’ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart, a cura dell’Officina Musicale, del Coro delle Nove e della Corale Novantanove.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi