Abruzzo. PSI: sarebbe ora che Letizia Marinelli venisse lasciata in pace.

23 Marzo 2014 17:360 commentiViews: 9
Sarebbe ora che Letizia Marinelli venisse lasciata in pace.
L’ennesimo episodio avvenuto ieri, tra l’altro con esponenti di una forza politica che si spaccia per essere difensore dei diritti, e’ l’emblema di un metodo politico scorretto e moralmente violento.
Il dibattito politico deve assolutamente essere circoscritto a temi, proposte e argomenti.
Strumentalizzare  vicende che devono assolutamente rimanere nell’alveo della sfera intima e privata per delegittimare l’avversario o l’interlocutore e’ il metodo usato da chi e’ debole negli argomenti.
Letizia Marinelli sta diventando il simbolo abruzzese della difesa della liberta’ individuale della persona, della autodeterminazione, del diritto a mantenere inviolata la vita privata.
Chi e’ socialista con i valori della liberta e del garantismo non puo’ che ribellarsi a questo spettacolo ed essere solidale a chi ne diventa vittima.
Le persone vanno giudicate per il loro modo di pensare ed agire nella sfera di attivita, qualunque sia, pubblica e non nell’intimo della vita privata.
E credo che tutti i socialisti abruzzesi siano convinti di quanto sia importante difendere e tutelare questi valori.
Massimo Carugno – Segretario Regionale P.S.I.
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi