14-16.3.2014 – Tracce di cera, la storia del disco nel jazz @ ResNudaTeatro, Pescara

3 Marzo 2014 12:080 commentiViews: 17

Tracce di cera, la storia del disco nel jazz @ ResNudaTeatro.

ResNudaTeatro. Via Pisacane, 9. Pescara.

www.resnudateatro.wix.com ; www.jazzconvention.net

Venerdì 14 marzo 2014, ore 21

Domenica 16 marzo 2014, ore 18

Posti limitati: prenotazioni al 329.8042178 

 

Venerdì 14 e domenica 16 marzo 2014Marco di Battista e Ezio Budini porteranno in scena Tracce di cera, la storia del disco nel jazzPescara, presso il ResNudaTeatro. Il percorso disegnato da Marco Di Battista mette a confronto il jazz, la musica del novecento, con l’enorme sviluppo tecnologico che ha caratterizzato il secolo. Il jazz ha avuto un rapporto stretto e profondo con le evoluzioni tecnologiche, soprattutto con il modificarsi continuo del supporto fono-meccanico: Tracce di cera racconta come gli interpreti si siano adeguati e abbiano sfruttato di volta in volta le novità portate dal progresso nel modo di registrare e ascoltare la musica. Il biglietto di ingresso allo spettacolo costa 10 euro. Lo spettacolo di venerdì 14 avrà inizio alle 21, mentre quello di domenica comincerà alle 18. Visto il numero limitato di posti a disposizione, è consigliata la prenotazione.

 

 

Si parte dai rulli da inserire nei pianoforti meccanici per approdare ai nastri di registrazione, si prosegue con la lunga stagione del disco, dai 78 giri ai V-disc e, poi, ai long-playing. Le musicassette hanno dato la possibilità di portare la musica fuori di casa, nelle automobili e nei walkman. L’epoca moderna, infine, è caratterizzata dalla musica digitale, con il compact disc, gli mp3 e i lettori multimediali.

 

 

I diversi supporti hanno segnato, in ciascuna stagione, il modo in cui i musicisti hanno dovuto progettare e pubblicare le proprie creazioni. Ogni supporto, con i suoi limiti di tempo e le sue dinamiche espressive, ha costretto gli interpreti a misurarsi con i problemi legati alla durata dei brani oppure alla resa sonora causata dai microfoni e dalla strumentazione utilizzata.

 

 

A partire da questi elementi concreti e pratici, il testo scritto da Marco Di Battista rilegge la storia del jazz e dei suoi protagonisti e rivela come anche i limiti imposti da questioni estranee al processo artistico abbiano portato a soluzioni eleganti quanto funzionali da parte dei più grandi jazzisti. Sul palco, la voce recitante di Ezio Budini sarà accompagnata da Marco Di Battista al pianoforte, Giorgio Pelagatti al contrabbasso e, nello spettacolo di domenica, da Franco Finucci alla chitarra.
 

ResNudaTeatro si trova a Pescara in Via Carlo Pisacane, 9. Per informazioni e prenotazioni si può chiamare il numero 329.8042178.

 

 

ResNudaTeatro.

Pescara. Via Carlo Pisacane, 9.
Informazioni e prenotazioni. 329.8042178
web: www.resnudateatro.wix.com

 

Jazz Convention. Rapporti con la stampa.

Fabio Ciminiera.
e-mail: fabiociminiera@jazzconvention.net.
mob: +39.347.4098632.

skype: fabio.ciminiera.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi