Teramo. Manola Di Pasquale: IL TEMPO DI BRUCCHI E’ SCADUTO

16 febbraio 2014 09:130 commentiViews: 6

 

 

3600 giorni. Dieci anni di consigliatura. L’amministrazione Chiodi-Brucchi ha avuto molto tempo per: risolvere il nodo del nuovo Teatro, ristrutturare il centro storico e la passeggiata dei due Corsi, realizzare un Piano strategico per la città, decidere cosa fare del vecchio Stadio, metter mano alla Tia – visto che a Teramo c’è il sistema di pagamento più iniquo e gravoso di tutto l’Abruzzo –  ridare respiro al tessuto economico e già che c’era risolvere costruire le rotonde che a quanto pare sono la specialità e la punta di diamante di questa amministrazione.

 

Adesso, il tempo è scaduto l’occasione è andata sprecata. Una riunione al giorno per annunciare le stesse cose promesse dieci anni fa mi pare davvero un esercizio propagandistico che i teramani non si meritano. Una rispolverata ai titoli dei giornali e le promesse di oggi fanno il paio con gli annunci di dieci ò cinque  anni fa.

 

La verità è che l’amministrazione Chiodi-Brucchi ha gestito per anni fondi e progetti ereditati dalla Giunta Sperandio e dall’ANAS ( lotto O) e che ben poco ha messo di suo e quel poco è miseramente finito in fuffa: vogliamo parlare dei progetti sull’ex Manicomio, dell’Anfiteatro, del programma Jessica, del teatro?

 

Bene quello che non è stato fatto in 3660 giorni non si potrà fare mai in  120: tanti mancano alle elezioni. Per questo è arrivato il momento di una nuova classe dirigente,e di un nuovo progetto civile e amministrativo che avrà quale primo obiettivo rendere Teramo una città pulita, decorosa e vivibile .

 

Teramo 15 febbraio 2014

Manola Di Pasquale

 

 

 

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi