Chieti. Sindaco Di Primio – Nota – Giornata della Memoria, Consegna Medaglie d’Onore ai deportati di Chieti

27 Gennaio 2014 23:520 commentiViews: 5

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, in occasione del sessantanovesimo anniversario del “Giorno della Memoria” istituito con legge 211 del 20 luglio 2000, alla presenza di autorità civili e militari, ha partecipato, presso la Prefettura di Chieti, alla cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore “concesse ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e ai familiari dei deceduti”, riconoscimento istituto con Legge 296/2006 e conferito con decreto del Capo dello Stato.

 

Insieme al Signor Prefetto di Chieti, Fulvio Rocco de Marinis, il Sindaco Di Primio ha reso omaggio ai familiari di Alceste Angiulli – (deceduto e già residente a Chieti) deportato in Germania dall’8/9/1943 all’1/8/1945 ed internato per lavoro coatto a Dortmund – e ai familiari di Armando Stella – (deceduto e già residente a Chieti) internato in Germania a Dortmund, Derne, Aghen Aspen dall’1/10/1943 all’1/2/1945 –.

 

Al termine della cerimonia, il Sindaco Di Primio ha espresso agli stessi familiari dei deportati la volontà di realizzare un volume – da distribuire in tutti gli istituti scolastici di Chieti – che contenga gli scritti e le foto degli insigniti di Chieti, a testimonianza documentale degli anni della deportazione.

 

La commemorazione è stata arricchita dalla lettura di alcuni brani, recitati da Gian Camillo Marrone, direttore artistico del Piccolo Teatro dello Scalo, tratti da testi attinenti all’argomento della ricorrenza.

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi