Abruzzo. MASCITELLI DELL’IDV : UN NUOVO TICKET SAREBBE UNA SCELTA INFAMANTE

30 Gennaio 2014 20:220 commentiViews: 7

 

«Con una classe politica ormai abusiva e delegittimata e nella situazione preoccupante in cui vivono molte famiglie è assolutamente inaccettabile  pensare di introdurre, con un nuovo ticket, qualsiasi forma di partecipazione alla spesa per l’assistenza sanitaria nel settore della riabilitazione. Si finirebbe per colpire proprio le famiglie con i maggiori  disagi. Questo non è ne sostenibile e né sarebbe comprensibile ai cittadini, che continuano a vedere un uso spregiudicato di risorse pubbliche».

 

E’ la presa di posizione del segretario regionale dell’IdV Alfonso Mascitelli in riferimento al decreto commissariale con il quale si provvederà a introdurre forme di compartecipazione per le prestazioni di assistenza socio sanitaria, declassificando i posti letto delle strutture ex art. 26 a residenze sanitarie, cambiando i setting assistenziali e costringendo i pazienti a intervenire con spese proprie o in loro vece i Comuni.

 

«Chiodi, se non ha il coraggio di dimettersi, più che chiedere scusa agli abruzzesi a parole, si astenga almeno nella sua veste di commissario dal firmare altri atti commissariali che continuano a smantellare l’assistenza sanitaria pubblica, nell’assenza più totale di una vera riprogrammazione di cui in questi anni non si è vista traccia. Deve essere chiaro», conclude Mascitelli, «che non ha più alcuna legittimità nel chiedere nuovi sacrifici agli abruzzesi e un minimo di pudore gli consiglierebbe di sospendere e rinviare ogni decisione al futuro governo».

 

Pescara, 30/01/2014

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi