Abruzzo. Doppi vitalizi, la Cna: balletto assurdo, la Regione scriva la parola “fine”

31 gennaio 2014 21:420 commentiViews: 7

 

PESCARA – Abolire i doppi vitalizi, riducendo i privilegi del ceto politico. Lo chiede la Cna abruzzese al Consiglio regionale, che da mesi – è la tesi dell’associazione degli artigiani presieduta da Italo Lupo – «evita accuratamente di votare il disegno di legge presentato da Maurizio Acerbo». Eppure, afferma il direttore regionale Graziano Di Costanzo, «continua ad essere sotto gli occhi di tutti la distanza enorme che separa i palazzi della politica, con il loro corredo di privilegi inaccettabili, e la vita delle persone normali, delle famiglie e delle imprese. Distanza che qualche gesto dall’alto valore simbolico, come l’abolizione di doppi privilegi, quali indennità maturate dopo pochissimi anni di versamenti contributivi, potrebbe almeno in parte accorciare». «Dignità della politica vorrebbe che all’indecente balletto di rinvii – conclude Di Costanzo – fosse messa finalmente la parola “fine”, attraverso una chiara assunzione di responsabilità».

 

 

31/1/2014

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi