Torricella (TE). Carla Brunozzi, Marco Mordente e Marianna Di Bonifacio, TORRICELLESI NELLO SPORT NAZIONALE di Pietro Serrani

6 gennaio 2014 21:480 commentiViews: 451

Torricella (TE). Nell’ampio e variegato panorama sportivo nazionale, accanto ai campioni, figurano anche i nomi di due torricellesi, ai quali la pubblicistica locale ha dato, nel corso degli anni,  ben poco risalto. Quindi, una volta tanto, sfatando il vecchio detto latino del “nemo propheta in patria” (nessuno è profeta nella sua patria), vogliamo omaggiare le figure di Carla Brunozzi, portiere di calcio femminile che ha militato in serie A, e di Marco Mordente, cestita che gioca nella massima serie della pallacanestro italiana.

Italy's Mordente celebrates win in first round of world basketball championships in Sapporo

Carla Brunozzi, classe 1976, iniziò a giocare a pallone nelle piazzette e negli slarghi di Piano Grande, frazione di Torricella Sicura, con i maschietti del suo paese.

Ben presto, però, si accorse che  quello sport, quasi del tutto maschile per quei tempi, non era solo un gioco per lei, ma una vera e propria passione. I primi anni della sua adolescenza, calcisticamente parlando, li trascorse nella settore primavera del Teramo Stazione, dopo alcuni anni, fu notata ed acquista dalla Lazio  che la volle negli under 18. In questo periodo, fa la sua prima comparsa in Nazionale, in tutto totalizzerà 55 presenze in maglia azzurra. Per motivi di studio, frequentava l’Istituto Tecnico Commerciale “V. Comi” di Teramo, accettò di “retrocedere” in serie B, giocando qualche stagione con l’Auto Lelli Picenum Ascoli e con l’Atletico Oristano. Dopo qualche anno tornò a calcare i campi della massima serie, giocando con la Torres, Vigor Senigallia e, per ultimo, con il Bardolino Verona e il Brescia.

Marco Mordente, nato nel 1979, in un’intervista ha affermato che entrò in una palestra per la prima volta a cinque anni e capì che, da quel momento, avrebbe giocato sempre – e comunque –  a pallacanestro.

Le prime esperienze sul parquet le fece col Teramo Basket durante le quali, come accade sempre in queste situazioni, fu notato dalla Benetton Treviso che lo ingaggiò nel settore giovanile. Poi passò all’Olimpia Milano, contribuendo alla vincita degli scudetti juniores per due anni consecutivi, nel 1998 e nel 1999, consentendogli di giocare, di tanto in tanto, anche in prima squadra. A conti fatti, Marco, passa la maggior parte della sua carriera cestistica con la squadra meneghina, alternando stagioni con la Virtus Ragusa, Reggiana, Montepaschi Siena e Benetton Treviso fino a tornare, nel 2008, all’Olimpia. Nel 2011 lo vediamo nelle fila della Virtus Roma e, dal 2012 ad oggi, nella Juve Caserta. Inoltre ha giocato in Nazionale (diventandone capitano), con la quale ha partecipato agli Europei 2005 e 2006 e ai Mondiali 2006.

Infine, vogliamo segnalare la ventenne Marianna Di Bonifacio, di Teramo, che gioca nella massima serie con la Riso Scotti Volley Pavia, nel ruolo di schiacciatrice. E’ la figlia del torricellese Diego Di Bonifacio che, per tanto tempo, è stato anche portiere e preparatore (dei portieri) del Torricella Calcio e, più tardi, del Teramo Calcio (C1 e C2) nell’era Malavolta.

 

(C) Pietro Serrani

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi