Teramo. PRESENTATO QUESTA MATTINA IL PROGETTO DI ALTA FORMAZIONE PER LE EMERGENZE VETERINARIE

6 Dicembre 2013 21:390 commentiViews: 16

PRESENTATO QUESTA MATTINA IL PROGETTO DI ALTA FORMAZIONE PER LE EMERGENZE VETERINARIE

Teramo, 6 dicembre 2013 ­ Si è tenuta questa mattina, venerdì 6 dicembre 2013, alle ore 11.00, nella sede della Facoltà di Medicina Veterinaria, a Piano d’Accio, la conferenza stampa di presentazione del Progetto di Alta Formazione, Inserimento Lavorativo e Sviluppo della Ricerca: “Percorso Medico Veterinario” e “Percorso Tecnico Veterinario” (Emergenze veterinarie), che rientra nel Progetto speciale “Alta formazione, Lavoro e Ricerca in campo medico-veterinario” ed è finanziato dal Piano Operativo del Fondo Sociale Europeo Abruzzo 2007/2013 Obiettivo “Competitività Regionale e Occupazione” Piano Operativo 2012/2013.

Il Corso è stato presentato questa mattina dal rettore dell’Università degli studi di Teramo Luciano D’Amico, dall’assessore regionale alle Politiche attive del lavoro, formazione, istruzione, politiche sociali Paolo Gatti, dal preside della Facoltà di Medicina Veterinaria Pier Augusto Scapolo e dal responsabile scientifico del progetto Fulvio Marsilio.

«L’Ateneo – ha spiegato il rettore Luciano D’Amico – è in prima linea per sostenere la crescita della Facoltà di Medicina Veterinaria. Abbiamo raggiunto un importante obiettivo aprendo la sede di Piano d’Accio, resta ancora però molto da fare: abbiamo 10 ettari di terreno da mettere a disposizione per i laboratori di biotecnologie, e auspichiamo una riunificazione con la Facoltà di Bioscienze, per realizzare un vero e proprio Polo agro bio veterinario. Allo stesso tempo siamo proiettati verso il territorio: è importante avere il sostegno e fare sistema con le realtà presenti, come l’Its, il Distretto Agroalimentare, il Polo Agire e l’Izs, per proiettarci in uno scenario internazionale».

L’assessore Paolo Gatti ha sottolineato l’importanza strategica della Facoltà, sottolineando anche i fondi messi a disposizione dell’Ateneo dalla Regione, grazie al sostegno del Fondo sociale europeo. «Solo qualche settimana fa – ha detto Gatti – eravamo qui per inaugurare questa nuova struttura, ma i tagli di nastri non servono a nulla se non si dotano i contenitori di adeguati contenuti. Questo corso, per la sua particolare valenza e per le ricadute sul territorio, è stato finanziato con 300 mila euro, in tutto finora abbiamo investito circa un milione di euro per la ricerca, e si tratta senza dubbio di un buon investimento, abbiamo infatti scelto cosa finanziare. La Facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo è tra le più importanti di Italia e ha anche ricevuto la certificazione europea, un risultato che va premiato e incoraggiato per il futuro».

Il preside della Facoltà, Pier Augusto Scapolo, ha ringraziato l’Ateneo e il rettore D’Amico e si è detto orgoglioso dell’importante investimento messo in campo per realizzare una sede nuova e corrispondente alle esigenze didattiche e pratiche degli studenti, sottolineando i contatti con il territorio e in particolare con l’Istituto Agrario e con i colleghi del servizio sanitario della Asl. «È importante che questa Facoltà si caratterizzi anche per l’alta formazione», ha aggiunto.

Il responsabile scientifico del progetto, il professor Fulvio Marsilio, ha posto l’accento sulla portata innovativa del Corso, che si propone di formare veterinari esperti preparati ad agire anche in situazioni di emergenza, compresi i disastri naturali, come terremoti e alluvioni. «Il Corso – ha specificato Marsilio – dura 1500 ore, di cui 250 sono dedicate alle lezioni frontali, mentre il resto è riservato alla pratica, proprio per permettere ai corsisti, in tutto 14 tra medici e tecnici veterinari, di acquisire le professionalità da spendere nel mondo del lavoro, sia a livello ambulatoriale sia attraverso l’inserimento all’interno di un registro regionale dedicato a queste specifiche figure, a cui rivolgersi in caso di necessità».

La presentazione si è conclusa con l’intervento di uno studente, Riccardo, che ha sottolineato l’importanza di questa preparazione specifica per l’ingresso nel mondo del lavoro.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi