Teramo e Provincia

Teramo. Massimo Amante nuovo consigliere provinciale per Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

 Massimo Amante nuovo consigliere provinciale per Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
 
 
Il Consiglio Provinciale, convocato in data odierna, ha appena approvato il primo punto all’ordine del giorno riguardante la surroga del consigliere provinciale Ernino D’Agostino. Al posto del consigliere provinciale dimissionario Ernino D’Agostino subentrerà il primo degli eletti della lista del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea Massimo Amante.
La federazione provinciale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea darà il massimo sostegno politico per supportare l’operato del nostro consigliere provinciale, sicuri che con il suo agire, in questi pochi mesi che rimangono di consigliatura provinciale, saprà essere un esempio di trasparenza e buona politica.
Alleghiamo l’intervento di insediamento del consigliere provinciale Massimo Amante.
 

INTERVENTO DI MASSIMO AMANTE
al Consiglio Provinciale 16/12/2013

 

“Saluto il Presidente della Provincia Valter Catarra, il Presidente del Consiglio Provinciale Mauro Martino, gli Assessori della Giunta, i colleghi Consiglieri e i cittadini che assistono.

Mi insedio in questo Consiglio Provinciale per il partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, purtroppo solo a circa cinque mesi dalla fine del mandato elettorale, per cui ringrazio comunque gli elettori.

Due parole vorrei spenderle in favore di questo Ente di rilievo Costituzionale, che da anni subisce l’attacco politico da parte di “tutte” le attuali forze parlamentari (di cui tutti voi siete l’espressione locale) e da parte degli organi di stampa.

Il partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea ha sempre sostenuto l’assoluta necessità di questo Ente tra gli organi di decentramento democratico dello Stato.

Lo abbiamo fatto in questi anni nonostante l’impopolarità della scelta, che continuiamo a sostenere con convinzione, anche supportati dalla relazione ultima della Corte dei Conti che, a ragione, ritiene inutile tale cancellazione per la esiguità dei risparmi previsti e, anzi, dei possibili aumenti dei costi riferiti alla gestione dei servizi di cui attualmente si occupano le Province italiane.

Per il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea la ragione principale del mantenimento di un presidio locale democratico come la Provincia è riposto nella necessità di una rappresentanza politico/istituzionale che dovrebbe affrontare e portare a soluzione problematiche territoriali che affliggono i nostri concittadini.

In quest’ottica il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea conferma la propria posizione sul privilegio ai Servizi ai cittadini resi da istituzioni pubbliche, quali sanità, scuola, gestione del servizio idrico, ecc.

Ed è in quest’ottica che intendo orientare in questi pochi mesi di mandato il mio impegno nei confronti dei cittadini e della comunità locale amministrata.

Con queste premesse esprimo la mia più sentita considerazione per la nuova carica che mi accingo a ricoprire, nel rispetto di un Ente Costituzionale, che mi onoro di rappresentare, troppe volte oltraggiato dalle forze politiche che negli anni ne hanno minato la credibilità istituzionale.”

 

Massimo Amante

Consigliere Provinciale

Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

 

 
image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.