La Giunta per il Made in Italy

6 dicembre 2013 21:360 commentiViews: 5

La Giunta per il Made in Italy

La Giunta municipale ha approvato l’ordine del giorno presentato dalla Federazione Provinciale Coldiretti di Teramo, il cui scopo è la tutela degli interessi delle imprese della filiera agroalimentare operanti nel nostro territorio.

L’amministrazione ritiene ampiamente condivisibile il documento redatto dall’associazione di categoria e, a seguito dell’atto, si impegna ad intraprendere iniziative per:

  • sollecitare il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e il Ministro della salute al fine di assicurare il rispetto, da parte della Commissione Europea, del termine del 13 dicembre 2013, per l’attuazione dell’obbligo di indicazione del paese d’origine o del luogo di provenienza delle carni suine;
  • attivare i decreti di attuazione della legge 3 febbraio 2011, per introdurre l’obbligo di etichettatura, a partire dalle carni suine, e avviare opportune campagne di informazione per gli organi di controllo e per i consumatori sulle normative in materia di etichettatura dei prodotti alimentari e le indicazioni di origine;
  • promuovere tutte le iniziative più opportune al fine di prevenire le pratiche fraudolente o ingannevoli, ai danni del Made in Italy o, comunque, ogni altro tipo di operazione o attività commerciale in grado di indurre in errore i consumatori;
  • impedire l’uso improprio di risorse pubbliche per finanziare progetti o imprese che possano alimentare il fenomeno del finto Made in Italiy;
  • sollecitare i Ministri competenti all’adozione, anche per le carni suine, di un sistema analogo a quello previsto dall’art. 10 della legge 14 gennaio 2013, n. 9, Norme sulla qualità e la trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini, al fine di rendere accessibili a tutti gli organi di controllo ed alle Amministrazioni interessate, le informazioni ed i dati sulle importazioni e sui relativi controlli;
  • ottenere esaustive informazioni, anche al fine di valutare possibili azioni legali a tutela dell’immagine del Comune in cui improprio utilizzo è foriero di danni al sistema produttivo e all’occupazionale.
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi