Abruzzo. ” Il bilancio regionale è falso, il pareggio in bilancio è falso , letteralmente e giuridicamente , ed un bilancio falso produce buchi veri. Nessuno mi può smentire “

28 Dicembre 2013 17:370 commentiViews: 6

Lo afferma il Capogruppo del PD in Regione Camillo D’Alessandro.

” Sul totale di entrate di oltre 4 miliardi, più di un miliardo deriva dal presunto avanzo di amministrazione dell’anno precedente . Proprio qui si consuma il falso, cioè il pareggio viene raggiunto con un miliardo di avanzo che giuridicamente non esiste, semplicemente  perché non è stato approvato né il rendiconto del 2011, né il rendiconto del 2012, dai quali doveva derivare un avanzo. ”

” A dirlo non sono io, ma la Corte dei Conti ed i revisori – rileva D’Alessandro –  che tra l’altro segnalano che il risanamento non è concluso. Quindi i nodi vengono al pettine, la grande mistificazione di questi cinque anni oggi trova la conclusione in un bilancio falso che rinvierà tra qualche mesi nuovi buchi e nuove tasse, questa è l’eredita di fine mandato di Chiodi ”

” Una sola cosa si può fare – propone D’Alessandro – sfruttare la finanziaria per approvare le riforme annunciate ma mai fatte : società inca trasporti su gomma, società unica società di gestione, agenzia unica della casa, agenzia unica dello sviluppo, consorzio di bonifica unico regionale , un solo centro di ricerca regionale , norma di revoca degli amministratori che indebitano le società pubbliche regionali, legge unica sulla cultura”

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi