A Walter Tosto il Prèmjie Nòbelle d’Abbruzze 2013

22 dicembre 2013 00:510 commentiViews: 13

A Walter Tosto il Prèmjie Nòbelle d’Abbruzze 2013

 

Il Comune di Vacri ha consegnato il riconoscimento all’industriale

nel corso della 44esima edizione del Premio di Poesia dialettale

 

 

È andato all’industriale Walter Tosto, capo di un’azienda leader a livello mondiale nella caldareria, il “Prèmije Nòbelle d’Abbruzze Città di Vacri” 2013, il riconoscimento biennale che il Comune teatino assegna a eminenti personalità abruzzesi che hanno portato in alto il nome della regione nella propria attività professionale.

 

Così ha stabilito la commissione dell’ambito Premio, che si è tenuto sabato 14 dicembre in occasione della 44esima edizione del Premio di Poesia Dialettale.

 

Come riservato a tutti i vincitori dell’importante riconoscimento, l’amministrazione comunale ha conferito a Tosto la cittadinanza onoraria nel corso di un Consiglio straordinario, che si è tenuto al termine della manifestazione, alle ore 19.00.

 

“Il nostro intento è quello di preservare l’identità abruzzese – spiega in merito il sindaco Antonio D’Aristotile -, esaltando il dialetto come elemento costitutivo della nostra cultura e i valori per cui la nostra gente è amata e apprezzata nel mondo”.

Con queste motivazioni si è anche tenuta la 44esima edizione del Premio di Poesia Dialettale, senza dubbio uno dei più longevi d’Abruzzo, che ha visto numerosi partecipanti contendersi il podio per aver saputo descrivere con lo strumento espressivo della lingua dialettale “la messa in scena delle trepidazioni della vita ordinaria”.

 

La manifestazione è organizzata dal Comune di Vacri e dalle associazioni culturali locali Proloco, Akros e Vacri Senza Porte, in stretta collaborazione con Eugenio Mammarella, che da ben nove anni collabora alla riuscita dell’iniziativa e patrocinato dalla Provincia di Chieti e dalla Regione Abruzzo.

 

 

 

 

 

“Un appuntamento importante – continua il primo cittadino – che rinnova il forte legame con le tradizioni, ancor più se si pensa che, all’interno del premio, è riservato anche un concorso interamente dedicato ai ragazzi della scuola elementare e media di Vacri, che si cimenteranno con quello che anche per loro dev’essere inteso come un bagaglio culturale”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi