Val Vibrata: questione monetaria e crisi economica, domani conferenza con Padovani nella sede di CasaPound

7 novembre 2013 23:300 commentiViews: 8

Val Vibrata: questione monetaria e crisi economica, domani conferenza con Padovani nella sede di CasaPound

Monardi (CPI), un confronto per individuare cause e possibili soluzioni

Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo), 8 novembre – Una riflessione sulle dinamiche monetarie internazionali e sui legami tra queste e la crisi economica. E’ questo il tema della conferenza in programma domani, sabato 9 novembre, presso Spazio17, sede vibratiana di CasaPound Italia in Corso Adriatico 17.

“La conferenza, che vedrà la partecipazione quale relatore Cesare Padovani, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università de L’Aquila, sarà un’occasione per approfondire un tema di vitale importanza: le correlazioni tra le politiche monetarie messe in atto dalle banche centrali e l’attuale crisi economica globale. Una tematica, questa, troppo spesso ignorata dai media, che tendono a spostare l’attenzione dei cittadini su questioni di assai minor rilevanza’’. Così in una nota sull’iniziativa Roberto Monardi, responsabile CPI per la Val Vibrata.

‘’La conferenza – continua Monardi – si inserisce all’interno di una serie di attività culturali che CasaPound porta avanti ormai da tre anni in Val Vibrata, che si affiancano a quelle messe in atto nel campo della solidarietà sociale, un impegno a 360 gradi che fa del nostro movimento una realtà unica nel suo genere nel territorio vibratiano’’.

valvibrata@casapoundabruzzo.org

www.casapoundabruzzo.org

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi