1

Roseto. Rapagnà. In merito alle dimissioni annunciate dal Vice Sindaco Alfonso Montese

Lista Civica Città per Vivere

Roseto degli Abruzzi

Via Lombardia, 10 – Tel. 085-8944932

Dichiarazione di Pio Rapagnà

In merito alle dimissioni annunciate dal Vice Sindaco Alfonso Montese, come responsabile della Lista Civica Città per Vivere ed amico personale, gli ho inviato la seguente lettera che rendo pubblica, per la rilevanza “politica” ed importanza che ha assunto e assume oggi per la Città di Roseto sia la scelta delle dimissioni del Vice Sindaco e sia la sbocco futuro della esperienza amministrativa collegata alla Lista Civica Obiettivo Comune:

Caro Alfonso,

apprendo ora delle tue dimissioni. Sono centro che ciò che ti ha portato a tanto è cosa seria e ben riflettuta. Hai scelto di pagare un prezzo “salato” sia sul piano politico che amministrativo e personale, che certamente hai valutato con ponderazione ed equilibrio.

Adesso, la Lista Civica che ti ha eletto si ritrova senza la sua massima rappresentanza all’interno del Consiglio Comunale, e questa conseguenza certamente è stata da te presa in considerazione.

Il mio pensiero, a te noto, è che le tue dimissioni comportano anche quelle del Sindaco e della Giunta, poichè il Sindaco Pavone e la sua coalizione non avrebbe vinto al ballottaggio senza l’apparentamento con Obiettivo Comune ed il suo programma “condiviso” anche dal Sindaco medesimo all’atto della firma dell’apparentamento, anche se è più “ufficiale” il contrario.

Sul piano politico il Sindaco Pavone non ha più la maggioranza per amministrare, che, in questo caso specifico di apparentamento, non è una questione numerica ma “politica” e di rispetto delle regole democratiche, che certamente il Sindaco, conoscendole già da prima, adesso rispetterà, riunendo la Giunta ed annunciando le rispettive dimissioni.

E’ chiaro che il caso di Pineto è diverso. Ma Roseto, senza le tantissime “Liste Civetta” presentate dal centrosinistra e dal centrodestra, avrebbe avuto un’altra Amministrazione “civica” e tu non ti saresti ritrovato oggi a fare una scelta “dolorosissima” ma necessaria, con l’auspicio che al più presto si possa rimettere le cose al loro posto e riconoscere a ciascuno il suo.

Un cordiale saluto ed augurio tutto personale a te e alla tua famiglia.

Pio Rapagnà – ex Parlamentare

Roseto degli Abruzzi, 6 novembre 2013