Giulianova. Vandalizzate le quattro casette dell’acqua.

20 Novembre 2013 01:450 commentiViews: 9

Vandalizzate le quattro casette dell’acqua.

Atti vandalici sulle quattro casette dell’acqua ubicate sul lungomare Monumentale, in via Annunziata, in via del Popolo e a Colleranesco.

Si tratta di un’opera sistematica di demolizione e devastazione – dichiarano il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore Archimede Forcelleseportata avanti da persone che evidentemente trovano particolare piacere a creare problemi alla comunità forse per sfogare le loro frustrazioni. Accanirsi sulle “casette dell’acqua”, non una sola ma tutte e quattro, fa anche pensare ad una strategia vandalica ben precisa, tanto più insensata considerando il grande successo dell’ iniziativa: sino al 14 ottobre, infatti, sono stati 135.000 i litri di acqua attinti dai cittadini. Il dato acquista un particolare significato se si considera che la prima casetta è stata inaugurata il 17 luglio e l’ultima il 26 settembre scorso. La ditta che gestisce il servizio – dicono ancora Mastromauro e Forcellese – ha prontamente riparato le casette ma rimane il fatto che questi atti idioti vanno a colpire un’iniziativa che per un verso consente al cittadino risparmi notevoli sull’acquisto dell’acqua e, per altro verso, aiuta l’ambiente riducendo il consumo di bottiglie in plastica. Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri e speriamo davvero che si riescano ad individuare e a consegnare alla Giustizia i vandali, che purtroppo sono presenti ed attivi qui come altrove”.

print

Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi