Teramo e Provincia

Roseto. Assemblea Pubblica per la presentazione di una Lista Civica alle prossime elezioni regionali

Movimento Regionale

Città per Vivere – Mia Casa d’Abruzzo

Sede di Via Lombardia, 10 – Roseto degli Abruzzi – Tel. 085-8944932 – Cell. 330-431480

Il Movimento Regionale Città per Viveree Mia Casa d’Abruzzoannuncia che Domenica prossima 20 ottobre alle ore 10.30 – presso il Salone della Villa Comunale diRoseto degli Abruzzi in Via Nazionale Adriatica, 250 – terrà una Assemblea Pubblica per la presentazione di una Lista Civica alle prossime elezioni regionali, con un proprio Candidato Presidente della Regione Abruzzo.

Dopo tanti anni di lotta “fuori” dal Consiglio Regionale, è necessario adesso eleggere nostri rappresentanti alla Regione che si impegneranno ad affrontare e a risolvere i più gravi problemi dei cittadini abruzzesi, a partire dal diritto alla Casa e al Lavoro, per la riduzione del costo dei servizi pubblici, per lasicurezza stradale e per la salvaguardia dell’ambiente.

Per tutti i Cittadini abruzzesi è importante ottenere l’effettivo abbassamento dei costi della raccolta e smaltimento dei rifiuti e una sensibile riduzione delle tariffe della TARES e della prossima “tassa sui rifiuti e servizi comunali” (TRISE), dei trasporti pubblici locali, delle bollette dell’Acqua e dei Ticket sui servizisanitari e assistenziali, sulle cure e sulle medicine.

Per gli Inquilini è fondamentale “riconquistare” il diritto al “riscatto” delle Case Popolari ed ex-GESCAL, un canone di affitto veramente equo e giusto per tutti, la “ricostruzione” degli alloggi pubblici e privati danneggiati dal terremoto del 6 aprile 2009 e la loro tempestiva “messa in sicurezza antisismica .

La nuova tassa TRISE che entrerà in vigore nel gennaio 2014, è composta dalla TA.RI che è la vecchia tassa sui rifiuti (TARSU), e dalla TA.SI che è la nuova imposta sui servizi comunali, che comprenderà anche l’IMU sulla proprietà della casa e che anche gli Inquilini pagheranno al 30%.

Il Movimento Città per Vivere sin dal 2007 ha costituito in Abruzzo un “Comitato Promotore dei Referendun regionali abrogativi” per tagliare i costi e gli sprechi della politica e degli “enti inutili”, ridurre drasticamente le doppie e triple indennità dei Consiglieri regionali, le consulenze, gli incarichi e le nomine “clientelari” e abolire gli “enti inutili” (Consorzi e Società costituite dai Comuni, dalle Province e dalla Regione). .

E così, con l’impegno diretto dei Consiglieri regionali, per la prima volta in Abruzzosi potranno svolgere i “Referendum abrogativi” per tagliare i costi e gli sprechi degli “Enti Gestori” dei servizi pubblici e ridurre così le insostenibili tasse Regionali e tariffe Comunali.

Fare i Referendum contro i costi e gli sprechi della politica e degli enti inutili, così come presentare una Lista Civica,comporta uno straodinario impegno per la raccolta delle firmeche dovrà tenersi nei prossimi mesi, quale “esempio concreto” di un impegno “civile” e della volontà di partecipazione popolare e “civica” dei Cittadini, anche attraverso l’esercizio costituzionale del diritto di eleggere propri rappresentanti nelle Istituzioni e di essere eletti.

Pio Rapagnà e Giovanna Forti

print

Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.