Alba Adriatica. Marsili: sull’inquinamento delle spiagge di Alba Adriatica il mio intervento non era polemico

15 Ottobre 2013 19:250 commentiViews: 11

ALBA ADRIATICA – In relazione all’ultimo comunicato stampa, avente per oggetto l’inquinamento cronico delle spiagge di Alba, nel quale criticavo il Consorzio Costa dei Parchi, tengo a precisare che il mio non era un intento polemico ma assolutamente costruttivo e tanto meno le critiche riguardavano l’attuale presidente Rivo Ciabattoni o l’ex Andrea Montecchia, persone con le quali sono in contatto quotidiano e istaurato una collaborazione già da tempo, sia per bloccare i lavori sul torrente Vibrata prima dell’estate che per un monitoraggio continuo dello stesso. La mia forte protesta era per un tavolo tecnico che si promette da più parti da tempo e che non arriva mai e che, secondo me, va istituito subito e non tra sette mesi quando inizia la stagione turistica. Comunque sono stato riassicurato che il tavolo tecnico viene fissato a breve e quindi le associazioni che rappresento attendono l’invito a partecipare, questa volta come attori e non auditori.  Ritengo che gli operatori turistici, a parte qualche “ pecora nera “, siano i veri danneggiati da questa situazione grave e ai quali la Regione Abruzzo ha venduto sempre “ acqua marcia “ con le promesse di rinascimento o interventi sulle spiagge, ritengo che era meglio dividere quegli ingenti investimenti, circa 180 milioni di euro in vent’anni, tra gli stessi operatori.

Giuliano Marsili

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi