Teramo. Tre giorni a 5 stelle, progetto stadio comunale di Teramo

10 Settembre 2013 01:060 commentiViews: 10

TRE GIORNI A 5 STELLE. ELETTO IL NUOVO PORTAVOCE, GAZEBO PER LA DIFESA DELL’ART.138 DELLA COSTITUZIONE, LOTTA CONTRO LE TRIVELLAZIONI IN PROVINCIA DI TERAMO E FOCUS GROUP A MONTE FANUM.

PRESENTATO IL PROGETTO STADIO

Azioni in difesa dell’Art. 138 della Costituzione italiana, difesa del territorio e nuove prospettive per la città di Teramo. Sono stati questi i temi che hanno caratterizzato una tre giorni che è iniziata venerdi 6 settembre per concludersi domenica 8 con gazebo informativo in Piazza Martiri a Teramo e un Focus Group nell’ostello di Monte Fanum che si è svolto nella giornata di sabato dalle ore 9 alle 19. Il focus group ha visto anche la partecipazione della cittadina al Senato della Repubblica Enza Blundo.

La mattinata è stata dedicata all’elezione del nuovo portavoce pro tempore e ad un’analisi approfondita della situazione politico-amministrativa della città di Teramo. Il cittadino eletto come portavoce di Teramo 5 Stelle è stato Claudio Della Figliola e resterà in carica fino al prossimo 10 dicembre.

Il pomeriggio è stato dedicato al brainstorming. Idee e progetti per la città di Teramo da sottoporre ai cittadini. Particolare rilievo ha assunto un progetto presentato da Paolo Carnovale e Giulio Liberati, attivisti di Teramo 5 Stelle, che hanno presentato una proposta di recupero del vecchio stadio Comunale di Teramo.

La proposta nasce dalla volontà, chiaramente espressa dalla raccolta di circa 5000 firme operata dal comitato “Giù le mani dal Comunale” nel 2009, di preservare lo stadio Comunale cosi com’è, migliorandone alcuni aspetti funzionali. L’iniziativa referendaria-vanificata, come si ricorderà, dall’azione dell’amministrazione Comunale che si era appellata alla mancanza di un regolamento attuativo sui referendum- aveva lo scopo di fermare il project financing operato dall’amministrazione stessa e dalla ditta Straferro, accordo che prevedeva la cessione del terreno dello stadio al partner privato in cambio della realizzazione di un nuovo teatro.

La Giunta Brucchi ha poi dovuto rinunciare all’operazione a causa dei guai giudiziari della Straferro ma non ha mai mostrato alcuna apertura nei confronti di una scelta che avrebbe dovuto godere di maggiore condivisione.

Teramo 5 Stelle al contrario, da sempre sensibile alle istanza provenienti dai cittadini, nell’ottica di evitare future operazioni commerciali sull’area in questione, ne propone una completa riqualificazione che lascia inalterata l’area del terreno di gioco e valorizza il legame tra il sito e la storia della Teramo Calcio.

A tale proposito si è pensato di demolire la vecchia tribuna, sostituendola con una di tipo modulare, più leggera ed ingombrante, e soprattutto, di sezione più ridotta. Al suo fianco, nel progetto è stata collocata una piccola struttura espositiva che potrebbe raccogliere supporti audiovisivi, articoli ed altro materiale sulla storia tanto della Teramo Calcio quanto dello stadio comunale e del tifo teramano.

Lo studio prevede inoltre il recupero della zona retrostante la casa dello sport, attualmente scarsamente impiegata, che potrebbe diventare un parco urbano e luogo di aggregazione attraverso la dotazione di elementi di arredo urbano, corpi illuminanti ed opere di piantumazione.

Il posizionamento di pannelli fotovoltaici sulla copertura della nuova tribuna, favorita dall’esposizione a Sud, permetterebbe la produzione di energia elettrica (cira 56 kwp) che renderebbe completamente autonomo il complesso, favorendo anche l’attivazione di un conto energia

La presenza di una cavea nel parco urbano e la possibilità di erigere palchi all’interno del terreno di gioco favorirebbero inoltre il ritorno di attività concertistiche e manifestazioni culturali di rilievo in centro storico.

Infine, la realizzazione della nuova tribuna con la conseguente demolizione della vecchia, favorirebbe anche il miglioramento della viabilità cittadina, aumentando la sezione della carreggiata lungo la circonvallazione, attualmente caratterizzata da pericolose strettoie.

L’opera si presta ad essere migliorata anche attraverso i suggerimenti che i tifosi o i semplici cittadini potrebbero indirizzare al sito dell’associazione.

Lo schema dettagliato dell’opera sarà pubblicato sul sito www.teramo5stelle.com per raccogliere le valutazioni dei cittadini e successivamente consegnato al Sindaco di Teramo e all’Assessore Agostinelli, affinchè possa essere inserito anche nel sito Teramo 2020, tra i progetti da valutare per lo sviluppo della nuova città.

Un altro argomento particolarmente interessante, portato all’attenzione dell’assemblea pubblica, è stato quello della partecipazione alle prossime competizioni elettorali e dell’individuazione dei possibili candidati, oltre che del candidato sindaco da proporre alla cittadinanza.

L’assemblea, dopo aver individuato alcuni possibili candidati, valutandone la disponibilità personale e l’impegno al rispetto dei principi del movimento 5 stelle, ha però deciso di avviare una consultazione pubblica sull’argomento, per l’individuazione di altri possibili candidati da sottoporre alla valutazione e volontà democratica dei cittadini, attraverso strumenti di consultazione che consentano la massima partecipazione.

Il portavoce

Teramo 5 Stelle

www.teramo5stelle.com

print

Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi