Giulianova. Quartiere Annunziata: un coro di proteste contro Unica Beach

22 Settembre 2013 22:192 commentiViews: 59

Riceviamo e Pubblichiamo

Sul profilo facebook  di una nota emittente locale e su altri conosciuti e seguiti social network di Giulianova e dintorni, sono apparsi l’altro ieri le seguenti dichiarazioni, tutte a firma del gruppo della cosiddetta associazione  UNICA BEACH ,  che ovviamente se ne deve assumere tutte le responsabilità davanti ai cittadini giuliesi tutti , anche di quelli non residenti nel quartiere Annunziata:

1) ALL’ANNUNZIATA NIENTE CANI, NIENTE UNICA BEACH : AVETE UN PRETE UNICO !!!!!!   AUGURI !!!!! “;

2) ”GLI ANIMALI SONO ESSERI  IMMONDI ?????? NON RICORDO CHI LO DICEVA “QUALCUNO”  DELL’ANNUNZIATA!!!! AUGURI PARROCCHIANI !!!!! E I PRETI????

Un ignobile attacco a tutti i cittadini del Quartiere Annunziata, al parroco e ai fedeli.

Una vergogna che nessuna richiesta di scuse potrà sanare, di cui tutti i cittadini del quartiere si ricorderanno a lungo.

E’ evidente l’inqualificabile riferimento e la strumentalizzazione  della delicatissima situazione in cui si è venuto a trovare il Vice Parroco della  parrocchia dell’Annunziata, la cui veridicità dei fatti dovrà essere tutta dimostrata.

Per la legge italiana nessuno è colpevole fino a quando la magistratura non dimostra il contrario mediante un processo e una condanna.

Nessuna difesa di parte per il prete interessato, ma tanto è per la legge.

Le motivazioni di questo nostro intervento ?

  1. In primis perché tutta la città venga adeguatamente  informata dei fatti gravi  di cui si macchiano talune persone che da tempo stanno sfibrando il tessuto sociale della Città;
  2. la nostra indignazione di cittadini residente nel quartiere Annunziata di fronte a  tanto inqualificabile attacco, civilmente e socialmente inaccettabile,  ai cittadini del quartiere,  della comunità parrocchiale e alla Città intera;
  3. un paio di e-mail che mi sono pervenute, dalle quale si evince il raccapriccio, l’indignazione e l’offesa gravissima causati loro dall’intervento del gruppo UNICA BEACH o da chi per esso;
  4. 4. il fatto che tutti i titolari dei  profili sui quali sono state lette le sopra riportate  frasi scandalose  si sono affrettati a cancellare dette frasi dimostrando grande buon senso,  non appena si sono resi conto della gravità  e della ignobilità di quanto postato, in spregio della persona interessata, della parrocchia e di tutti i cittadini del quartiere.

Su  diversi  profili facebook privati e di gruppi sono ancora leggibili gli interventi di protesta contro tali inqualificabili e assurdi  frasi.

Dato che  ci  è molto penoso continuare per il forte disgusto che si prova  ci fermiamo  qui, nella speranza che chi rappresenta il quartiere assuma iniziative più appropriate  e concrete di questo scritto, alle quale iniziative  ci  riserviamo  eventualmente di aderire.

Firmato

Pietro Promenzio Presidente del Comitato Cittadino di Volontariato “ Spiaggia Libera Annunziata Riservata solo alle Persone”.

Di Pietro Riccardo, D’Ascenzo Carlo, Mastrilli Lorenzo, Sanvitale Lamberto, Mustone Carlo, Di Pietro Gianni, Leone Quirino, De Flaviis Lidia, D’Angelo Zuleika, Capriotti Gabriella, D’Angelo Giuseppe, D’Angelo Vittorio, Jobbi Agostina, Morricone Pierluigi, Montesi Cesare, Amendabili Claudia

print

2 Commenti

  • Nino Capriotti

    Chiedo una cortesia ! Vorrei essere contattata da mia cugina Gabriella Capriotti, figlia di Luigi Capriotti e di Concetta ( il cognome nn lo ricordo ) e che ha due figli: Vittorio e Zuleika D’angelo. Vi sarei grato immensamente. la mia e- mail l’ho depositato, qui sopra. Grazie.

  • giro il testo alla famiglia

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi