Tortoreto. NON SONO LIQUAMI, MA RISTAGNI DA CAVATE CHIUSE Il sindaco Monti risponde sull’acqua putrida denunciata dal segretario del Pd

23 Agosto 2013 18:420 commentiViews: 16

“Nessun liquame in mare,né ci risultano scarichi abusivi collegati al collettore acque bianche”. Il sindaco di Tortoreto, Generoso Monti, smentisce il segretario del Pd, Mauro Di Bonaventura, che aveva denunciato e filmato lo scarico di acque nere in via Pisacane. Si chiama “acqua da prima pioggia”, quella che finisce in mare passando dalle cavate quando ci sono i temporali. Si tratta di acque che arrivano dalla collina che trascinano ciò che ristagna nelle condotte chiuse. Foglie e fango, per intenderci, che imputridiscono restano nelle condotte. “Ma nulla hanno a che fare con liquami e melma come vorrebbe fare intendere Di Bonaventura dice Monti. E’ normale che riaprendo le cavate con i temporali viene trascinato ciò che resta all’interno delle stesse. Se Di Bonaventura ambisce a fare il sindaco, per prima cosa deve imparare ad avere rispetto della città senza creare allarmismi e falsi scoop. Si sarebbe risparmiato di fare brutta figura se solo si fosse informato”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi