Teramo. L’A.N.P.I. ESPRIME PROFONDO CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI LUCIO CANCELLIERI

7 Agosto 2013 16:550 commentiViews: 115

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA

– Comitato Provinciale di Teramo –

Teramo, 7 Agosto 2013                                                AGLI  ORGANI  D’INFORMAZIONE

L’A.N.P.I. ESPRIME PROFONDO CORDOGLIO

PER LA SCOMPARSA DI LUCIO CANCELLIERI

Il Comitato Provinciale e la Sezione di Teramo “Manfredo Mobili” dell’A.N.P.I.Associazione Nazionale Partigiani D’Italia – esprimono profondo cordoglio per l’improvvisa e prematura scomparsa dell’amico Lucio Cancellieri, membro del Direttivo Comunale della nostra associazione.

Il Prof. Lucio Cancellieri, insegnante in pensione, poeta e scrittore, è stato un appassionato cultore delle tradizioni locali e attento studioso del nostro territorio, spinto sempre da uno spirito nobile di recupero e conservazione della memoria. Un uomo, simbolo della teramanità, che ha narrato in diversi libri, storie più o meno note del  passato, usi e costumi della nostra comunità, riportando fatti e aneddoti raccontati a voce, per recuperare l’anima popolare più genuina. Un importante patrimonio di “teramanità” che Cancellieri lascia in eredità alle nuove generazioni.

Tra i tanti libri scritti, Lucio Cancellieri ha pubblicato due opere che testimoniano il suo impegno, la sua passione e la sua sensibilità nello studio e nella divulgazione delle vicende dell’antifascismo e della resistenza partigiana nel Teramano.

Il Prof. Lucio Cancellieri, insegnante in pensione, poeta e scrittore

Il Prof. Lucio Cancellieri, insegnante in pensione, poeta e scrittore

Nel libro “Teramo 13 giugno 1944 – l’eccidio”, pubblicato nel 2010 con il supporto dell’associazione “Teramo Nostra” in occasione del 66° Anniversario della Liberazione di Teramo, Cancellieri ricostruì analiticamente l’orrenda strage compiuta dai nazi-fascisti in Città, durante l’ultimo giorno di occupazione, quando furono uccisi otto giovani teramani nei pressi del Santuario della Madonna delle Grazie.

Nel libro “Momenti di guerra –  tra paure e ricordi”,  presentato invece nel settembre del 2011 nella Sala Consiliare del Comune di Teramo, alla presenza dei Sindaci di Teramo, Torricella Sicura e Rocca S.Maria, Cancellieri raccolse testimonianze dirette su alcuni episodi avvenuti nella Resistenza Teramana, tra i quali: il linciaggio del delatore fascista in Piazza del Carmine , la fucilazione dei partigiani del Mulino De Jacobis, la Battaglia di Bosco Martese e lo sminamento di Ponte S.Ferdinando dagli ordigni nazisti.

Sempre presente alle tante iniziative organizzate dall’A.N.P.I. per celebrare il ricordo dei Caduti della Resistenza teramana, Lucio Cancellieri aveva partecipato in ultimo, anche alle “Celebrazioni della Liberazione di Teramo”, che si sono svolte lo scorso 14 giugno in Piazza Orsini.

Alla famiglia Cancellieri giungano le sentite condoglianze dell’A.N.P.I. per la grave perdita e l’Abbraccio commosso dell’intera Associazione.

Mirko De Berardinis                                        On. Antonio Franchi          Segretario Provinciale ANPI Teramo             Presidente Provinciale ANPI Teramo

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi