Teramo. Presentazione di SENSI, di Cristina Mincione

7 Maggio 2013 00:090 commentiViews: 29
SENSI, di Cristina Mincione

Mercoledì 8 maggio, alle ore 18, presso la Sala “San Carlo” del Museo Archeologico di Teramo, si terrà l’evento di presentazione del libro di Cristina Mincione dal titolo “SENSI”, edito dalla casa editrice teramana Ricerche&Redazioni di Damiani & Marramà.

La presentazione sarà affidata al critico letterario Simone Gambacorta.

L’incontro, cui prenderà parte l’Ass. agli Eventi della Città di Teramo Guido Campana, sarà moderato dalla giornalista Laura De Berardinis.

Il reading di poesia sarà accompagnato dalle dolci sonorità di un flauto.

IL LIBRO…

CRISTINA MINCIONE
SENSI
Teramo, Ricerche&Redazioni, 2013
60 pagine
ISBN 978-88-88925-59-2
Prezzo: € 10.00

Sensi è il titolo della prima raccolta di poesie di Cristina Mincione, che scrive nella sua introduzione alle liriche:

“Ho da sempre creduto che la scrittura di una donna fosse quanto di più intimo possa esistere in un autentico cammino di vita. E sono ancora convinta che un’anima che racconta di sé, possa essere letta in mille modi diversi ma comunque tutti giusti. Non esistono interpretazioni univoche, oggettive: ogni parafrasi è frutto di un insieme di emozioni, di vissuti, di esperienze, di credenze e di valori tutti assai intimi.

Questa raccolta di poesie ha un titolo non casuale. Sensi infatti è un percorso tutto autobiografico che raccoglie sensazioni microscopiche, strappate al tempo e a volte rubate anche alla stretta quotidianità della vita. Sensi è uno scrigno che protegge stupori, meraviglie, parole mai dette ma pensate, dolori ermetici, ma anche amicizie nate e cresciute all’improvviso e infine gioie vitali, quelle in grado di farci scrutare il mondo con occhi decisamente nuovi. È voluto l’uso della parola “sensi” in più di una poesia: il richiamo a questo termine altro non è che il desiderio di rendere protagonisti dei versi proprio i cinque sensi umani, olfatto, gusto, vista, udito e tatto, bussole insostituibili per ciascuno di noi.

Sono inoltre presenti riferimenti semantici alla musica, altra musa per me, capace di ispessire ricordi e moltiplicare scene di vita indimenticabili.

Buona lettura e che i vostri sensi possano guidarvi sempre nel buio e nella luce”.

In copertina, particolare di un dipinto di Maria Pia La Menza.

Chi è Cristina Mincione ?
La sua formazione proviene da studi classici, scrive da diversi anni, ha avuto diversi riconoscimenti letterari, l’ultimo dei quali il premio nazionale 2012 Alda Merini/Elio Pecora da cui è derivata la pubblicazione in un’Antologia di poeti contemporanei.



print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi