Teramo. Serata dedicata alla donazione degli organi Con IL TURNO DI NOTTE LO FANNO LE STELLE, regia di Edoardo Ponti e la sceneggiatura di Erri De Luca

7 Aprile 2013 08:500 commentiViews: 15

Lunedì 8.04.2013 ore 17,45  presso la Sala “Prospettiva Persona”, prossimo appuntamento del Salotto Culturale XII edizione (patrocinio Fondazione Tercas), in Via N. Palma, 33 – Teramo

Serata dedicata alla donazione degli organi

Con

IL TURNO DI NOTTE LO FANNO LE STELLE, regia di Edoardo Ponti  e la sceneggiatura di Erri De Luca

Presentazione a cura di Germana Goderecci

APPROFONDIMENTO

La Sig.ra Germana Goderecci, consigliera in seno alla Commissione per le Pari Opportunità, presenta il film

IL TURNO DI NOTTE LO FANNO LE STELLE

Per la regia di Edoardo Ponti  e la sceneggiatura di Erri De Luca

Il titolo è tratto da una frase di Izet Sarajlic’ : “Chi ha fatto il turno di notte  per impedire l’arresto del cuore del mondo? Noi, i poeti”.

Narra la storia di due scalatori, un uomo e una donna, che si sono incontrati nel reparto di terapia intensiva prima di subire un intervento a cuore aperto. In quella occasione si sono dati appuntamento sulle Dolomiti per compiere insieme una scalata, dopo l’intervento, quasi come a voler aprire una nuova fase della propria vita.

Entrambi vivono i momenti che precedono la scalata insieme a un’altra persona: lui con l’amico (Erri De Luca) al quale mostra la lunga cicatrice sul torace; lei è accompagnata dal marito (compagno) di fronte al quale ha quasi pudore di mostrare la cicatrice.

La vicenda si snoda nello scenario ampio e maestoso delle Dolomiti, che fanno da sfondo alla grande passione dei due sportivi nel compiere la nuova, straordinaria, impresa.

I due protagonisti si incontrano ai piedi della montagna e iniziano la faticosa salita,

Tra  i due sciatori si è stabilita una grande intesa, ma sulla cima del monte vengono raggiunti dal compagno della donna, che la guida nella discesa;  l’uomo invece rimane  ancora in alto e parla, non da solo, ma rivolgendosi al donatore, come se volesse stabilire un contatto e un’intesa con colui che gli ha regalato una seconda vita.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi