Teramo. Presentazione della terza edizione di Mondo d’Autore 2013

8 aprile 2013 22:120 commentiViews: 27

MONDO D’AUTORE                                                            SENZA CONFINE

Conferenza stampa, giovedì 11 aprile 2013, ore 10.30, BIBLIOTECA DELFICO Teramo

INVITO

FILE:

opuscolo1

opuscolo 2

Giovedì 11 aprile 2013 alle ore 10.30 presso la Biblioteca Delfico di Teramo si terrà la conferenza stampa di presentazione della terza edizione di Mondo d’Autore 2013, organizzata dalla Biblioteca Comunale “G.D’Annunzio” di Sant’Omero in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune, la Fondazione Tercas e Banca Mediolanum. Nel corso della conferenza stampa, in particolare, verrà presentata la sezione “Senza confine”, che si svolgerà lunedì 15 aprile, sabato 15 maggio e sabato 25 maggio. Agli appuntamenti di “Senza confine” interverranno personalità della cultura, del giornalismo e della musica, tra i quali – per citarne alcuni – l’autore e regista Moni Ovadia, la giornalista di Rai Tre, Maria Cuffaro, il direttore del quotidiano Il Centro, Mauro Tedeschini, il cantautore Roberto Vecchioni, il docente di lingua e cultura Romanì, Santino Spinelli, il giornalista Antonio Del Giudice e molti altri.

Nel corso della conferenza stampa verranno illustrati nel dettaglio i singoli appuntamenti che caratterizzeranno la terza edizione di Mondo d’Autore. Parteciperanno all’incontro con la stampa la direttrice della Biblioteca D’Annunzio, Grazia Faillace e il consigliere delegato alla Cultura del Comune di Sant’Omero, Alessandra Candelori.

______________________________________________________________________________________

Senza confine

“Senza confine”, terza edizione di Mondo d’autore, approfondirà l’argomento della lotta per l’identità territoriale attraverso le esperienze di quei popoli che, per difficoltà geo-politiche o per ragioni di ordine culturale, sono diventati popoli senza terra.

La scelta del tema nasce da un’idea della dottoressa Grazia Faillace, direttrice della Biblioteca “G. D’Annunzio” di Sant’Omero.

Da un lato la sua personale esperienza di donna sradicata dai luoghi dell’infanzia, dall’altro la letteratura, tramite le parole di Pavese in La luna e i falò, sono state ispiratrici di una riflessione sulla condizione dei popoli senza terra:

“Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via: un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”.

(Pavese,  La luna e i falò)

Da questi due elementi è nata l’esigenza di approfondire le storie di quattro popoli: gli ebrei, i palestinesi, i rom e i sarawi, che come molti altri hanno vissuto l’esperienza della privazione di un confine territoriale.

“Senza confine” si inserisce in una lunga tradizione di iniziative culturali promosse dalla Biblioteca “G. D’Annunzio”, prime fra tutte le due precedenti edizioni di Mondo d’autore, “Inchiostro rosa” (2011) e “Morire di pace” (2012). Istituzione aperta agli stimoli culturali, la biblioteca è da sempre molto presente sul territorio come crocevia di idee e di esperienze messe al servizio del fare cultura.

____________________________________________________________________________________________

Mondo d’Autore

Mondo d’Autore è un progetto culturale nato nel 2011 per iniziativa della Dott.ssa Grazia Faillace, direttrice della Biblioteca Comunale “G. D’Annunzio” di Sant’Omero. Ogni anno il programma prevede un ciclo di incontri per affrontare specifiche problematiche della nostra società attraverso personaggi che, impegnati a vario titolo, hanno dato e continuano a dare un forte contributo per una più approfondita conoscenza dei temi d’attualità. Ogni edizione prevede, inoltre, una sezione dedicata al progetto lettura per i ragazzi della scuola media e una sezione dedicata alle tradizioni abruzzesi.

L’edizione del 2011, dal titolo “Inchiostro Rosa”, ha affrontato in tre incontri alcune problematiche dell’universo femminile ospitando l’astrofisica Margherita Hack, la senatrice Lidia Menapace, la scrittrice Gabriella Kuruvilla e la giudice del Tribunale dell’Aquila Armanda Servino.

La scorsa edizione, invece, è stata articolata in tre sezioni: la prima, “Morire di pace”, ha affrontato in tre appuntamenti il tema della guerra; sono intervenuti tra gli altri la presidente di Emergency Cecilia Strada, la giornalista di Rai3 Lucia Goracci, lo scrittore Erri De Luca e Yousef Salman, delegato della Mezza Luna Rossa Palestinese in Italia. La seconda sezione, “Semi di pace”, ha coinvolto gli alunni delle scuole medie in un progetto di lettura. La terza sezione, dedicata all’abruzzesistica, ha ospitato antropologi di chiara fama come Emiliano e Lia Giancristofaro, Adriana Gandolfi e Alessandra Gasparroni, oltre che gruppi di musica etnico-abruzzese come i DisCanto e i Passagallo.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi