Cultura & Società

Teramo: Poste Italiane ha premiato con “Una penna in rosa” gli elaborati più significativi realizzati per la Festa della Donna

Teramo: Poste Italiane ha premiato con “Una penna in rosa” gli elaborati più significativi realizzati per la Festa della Donna

La cerimonia si è svolta presso l’Ufficio Postale di via Paladini

L’iniziativa di Poste Italiane ha avuto un grande successo: oltre 150 elaborati sono pervenuti via mail e raccolti direttamente presso gli uffici postali

Teramo, 21 marzo 2013 – Oggi, presso l’ufficio centrale di Poste Italiane a Teramo, la Direttrice della Filiale Angela Zappacosta e l’Assessore Mirella Marchese, hanno consegnato una stilografica rosa e un attestato di merito alle autrici dei 3 elaborati più significativi che hanno partecipato alla prima edizione teramana di Una penna in rosa”, una iniziativa promossa da Poste Italiane in occasione della Festa della Donna.

Per l’occasione, in numerosi uffici postali di Teramo sono state predisposte nei giorni scorsi delle cassette postali speciali, con lo scopo di raccogliere testimonianze, poesie, lettere, pensieri scritti dalle donne e dedicati ad una donna per loro importante. Circa 150 gli elaborati giunti ed esaminati dalla Commissione, che ne ha selezionati 3 tra i più significativi.

“Con questa prima edizione di “Una penna in rosa” – ha commentato la Direttrice della Filiale Angela Zappacosta – Poste Italiane ha voluto omaggiare simbolicamente tutte le donne teramane, che hanno scritto poesie e componimenti lasciandosi ispirare da sentimenti profondi per sorelle, figlie, madri, personalità del mondo della cultura e del passato.” L’Assessore Mirella Marchese, intervenuta durante la cerimonia, ha elogiato Poste Italiane per l’iniziativa e si è congratulata con le vincitrici. Graditissima anche la presenza della scrittrice teramana Aida Stoppa, “musa” di una delle autrici.

Di seguito i testi integrali dei tre elaborati ritenuti più meritevoli dalla giuria.

Al primo posto troviamo il componimento di Marisa Di Ferdinando, intitolato “A te, Teresa”, dedicato alla sorella che non c’è più: “Piccolo fiore nascosto nell’ombra / tra i rovi sferzati dal vento e dalla salsedine / nessuno si è mai accorto di te, della bellezza dei tuoi colori, del tuo profumo / solo il vento lo catturava e lo portava con sé lontano. / Dischiudevi la tua corolla, anelando un raggio di sole / e le tue foglie serbavano gocce di pioggia come pietre preziose. / Arrivò l’inverno, inatteso / il suo manto nevoso piegò il tuo pallido stelo / si chiusero stanchi i tuoi petali. / Un vento gelido e crudele ti ghermì e ti avvolse nelle sue spire, disperdendoti nello spazio infinito. / Piccolo fiore, / lì tra i rovi, vicino al mare, aleggerà per sempre il tuo profumo”.

Al secondo posto la poesia di Giuliana Sanvitale, omaggio ad Aida Stoppa, importante scrittrice teramana e critica d’arte: “Cetre eolie, aedi, / rive ionie / evoca il tuo nome, / Aida, / giocoliera della parola. / Impasti lettere e miele, / le imbevi di sangue / e ne fai cibo / alle menti / stillante Poesia.”.

Infine, per il terzo posto, dedicata alla nipotina Marianna, è stata scelta la poesia di Cristina Mincione dal titolo “Girotondo di sensi”: “Sorrisi di bimba / spazi di vita / tempi d’altrove / abbracci di sempre. / Capriole di sogni / filastrocche segrete / mani incrociate / ritmi veloci / sguardi innocenti. / Girotondo di sensi.”.

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.