L’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Michele Campanella in concerto a Teramo

22 febbraio 2013 21:250 commentiViews: 26

L’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Michele Campanella

in concerto a Teramo

Venerdì 22 febbraio 2013, nel Parco della Scienza di Teramo, alle ore 21, si svolgerà il sesto appuntamento della XXXIV Stagione dei Concerti organizzata dalla Società della Musica e del Teatro “Primo Riccitelli”.

Sul palco, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta dal M° Michele Campanella.

Il programma:

L. V. Beethoven – Concerto n.3 op.37 in do minore

Allegro con brio

Largo

Rondò – Allegro

L. V. Beethoven – Concerto n.4 op.58 in sol maggiore

Allegro moderato

Andante con moto

Rondò – Vivace

La nascita dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese nel 1970 si caratterizza come elemento prioritario di un vasto progetto ideato da Nino Carloni nel 1946 che intendeva realizzare all’Aquila un centro di cultura musicale nel quale produzione, distribuzione, didattica della musica realizzassero un punto di riferimento per l’intera regione fino ad un incontro e a un confronto nazionale e internazionale. L’ISA ha suonato per le più prestigiose istituzioni musicali italiane ed europee con un repertorio che spazia dalla tradizione al contemporaneo, con direttori come Muti, Zecchi, Gelmetti, Aprea, Bellugi, Renzetti, Freccia, Antonellini, Bender, Gusella, Klopfestein, De Bernard e tanti altri. Come solisti si sono esibiti con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese Vladimir Ashkenazy, Barbara Hendriks, Katia Ricciarelli, Milva, Renato Bruson, Placido Domingo, Carmela Remigio, Andrea Bocelli, Ivo Pogorelich, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Milan Turcovic, Maurice André, Hermann Baumann, Nina Belina, Severino Gazzelloni, Enrico Rava, Rudolf Firkusny, Leonid Kogan, Pierre Amoyal, Bernard Soustrot, Paul Tortellier, Gabriel Tachinò, Stefano Grondona, Massimiliano Damerini, Michele Campanella, Bruno Canino, Maria Tipo, Jorge Demus, Mario Brunello, Sylvano Bussotti, Boris Petruschansky, Massimo Quarta, Pavel Berman. Incide per BMG Ariola, Amadeus-Paragon, Arts, Rugginenti, Sonzogno, Bongiovanni ed ha registrato per la RAI.

Dall’ottobre 2009 solista principale è Fabrizio Meloni, primo clarinetto solista dell’Orchestra della Fondazione Teatro alla Scala di Milano. A Vittorio Antonellini, direttore artistico dell’ISA dalla fondazione, succede nel 2011 Ettore Pellegrino. L’ISA si avvale della collaborazione del prof. Francesco Sanvitale come consulente per l’opera lirica e i programmi inerenti la vocalità. Direttore principale ospite è Marcello Bufalini.

Considerato internazionalmente uno dei maggiori virtuosi e interpreti lisztiani, Michele Campanella ha affrontato in oltre 40 anni di attività le principali pagine della letteratura pianistica. La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998. Nel 1986 il Ministero della Cultura ungherese gli ha conferito la medaglia ai “meriti lisztiani”, così come l’American Liszt Society nel 2002. Artista assai versatile, formatosi alla scuola napoletana di Vincenzo Vitale, ha avvicinato autori quali Clementi, Weber, Poulenc, Busoni (Premio della Critica Discografica Italiana nel 1980 per le incisioni con la Fonit Cetra), Rossini, Brahms, Ravel e Liszt, di cui ha recentemente inciso un’antologia di Parafrasi, primo capitolo di un’importante serie dedicata all’opera lisztiana (ben 9 CD, in uscita per la Brilliant). Ha inciso per Emi (Ravel), Philips (Liszt, Saint-Saëns), Foné (Chopin), PYE (Liszt, Ciajkowskij), Fonit Cetra (Busoni), Nuova Era (Ciajkowskij, Liszt, Musorgskij, Balakirev), Musikstrasse (Rossini), P&P (Brahms, Liszt, Scarlatti), Niccolò (Schumann). Nel 2005 è stata pubblicata dal Rossini Opera Festival la registrazione della Petite Messe Solennelle di Rossini da lui diretta. Ha suonato con le principali orchestre europee e statunitensi diretto da Abbado, Gelmetti, Inbal, Mackerras, Mehta, Muti, Prêtre, Esa-Pekka Salonen, Wolfang Sawallisch, Schippers, Soudant, Thielemann. Come direttore/solista ha lavorato con le più prestigiose orchestre italiane (Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, ORT-Orchestra della Toscana, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, I Filarmonici di Verona, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento). Si dedica con passione all’insegnamento e ha diretto il Centro di Studi pianistici Vincenzo Vitale presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. È stato insignito dei prestigiosi riconoscimenti della “Fondazione Premio Napoli” e della “Fondazione Guido e Roberto Cortese”. È membro dell’ Accademia di Santa Cecilia, dell’Accademia Filarmonica Romana, dell’Accademia Cherubini di Firenze. All’attività di musicista, Campanella affianca quella di scrittore con il libro Il mio Liszt (Milano, Bompiani, 2011).

Gli ultimi biglietti possono essere acquistati nella sede della Riccitelli (Via N. Sauro, 27 – 64100 Teramo – Tel: 0861-243777, Fax: 0861-254265) dalle 9 alle 13, online www.primoriccitelli.it, e la sera del concerto al Parco della Scienza.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi