Giulianova, tarantella calabrese e musica jonica per il primo week end di eventi della sala Yuko Nakachi

14 Febbraio 2013 00:080 commentiViews: 22

Giulianova, tarantella calabrese e musica jonica per il primo week end di eventi della sala Yuko Nakachi

Al via il programma culturale della Compagnia dei Merli Bianchi, ospiti i docenti Fabio e Vanessa Macagnino

GIULIANOVA – Saranno i suoni e i ritmi del Sud a dare il via al cartellone di eventi in programma a partire da febbraio nella nuova sala culturale ‘Yuko Nakachi’ della Compagnia dei Merli Bianchi. Dopo l’inaugurazione del 26 gennaio, sabato 16 e domenica 17 febbraio, i primi ospiti della sala culturale di Giulianova (in via via Matteotti 115) saranno gli artisti e docenti calabresi Fabio e Vanessa Macagnino.

Dalle 15 alle 18,30 di sabato 16, il programma prevede due seminari: nel primo, Fabio Macagnino – musicista e docente di percussioni e tamburo a cornice – affronterà le tecniche base del tamburello e del tamburo a cornice nei ritmi tradizionali del Sud Italia. Il secondo, a cura di Vanessa Macagnino, è invece incentrato sulla danza popolare calabrese della tarantella. Sempre sabato, alle 21, andrà in scena il concerto spettacolo ‘By the Jonian Sea’ di e con Fabio Macagnino: un viaggio tra le tradizioni, i riti e i ‘luoghi comuni’ della Calabria jonica. La trama racconta la storia di un ricercatore tedesco in viaggio sulla costa jonica dove impara lingua, usi e costumi calabresi. Nel suo rientro in Germania, il ricercatore tiene una serie di lezioni in cui regala un suo personalissimo quadro della Calabria attraverso le canzoni apprese dai musicisti locali.

Il concerto spettacolo sarà replicato domenica 17 alle 21. Necessaria la prenotazione, posti limitati, ingresso euro 5 per i soci dell’associazione, 6 euro per gli altri (5 euro più un euro per la tessera). Per il seminario di danza, necessari una gonna lunga per le donne o abbigliamento comodo e un asciugamano. Per l’altro seminario, necessario un tamburello a cornice (chi non ne fosse munito può avvisare l’organizzazione entro e non oltre il 12 febbraio). Le iscrizioni ai seminari sono aperte fino a mercoledì 13 febbraio.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI – Il programma culturale della sala ‘Yuko Nacachi’ proseguirà il 23 febbraio con il primo appuntamento tra teatro e improvvisazione de “La Gabbia dei Matti: discussioni, incontri, sberleffi baratti e torte in faccia con Rosetta Malaspina”. Argomento della prima serata sarà ‘Destra o Sinistra’.

Marzo invece sarà il mese dedicato alla ‘memoria attiva’ e ai temi della democrazia e della legalità. Venerdì primo marzo i docenti dell’Università di Teramo, Carlo Di Marco, Fiammetta Ricci e Lucia Sciannella presenteranno il libro ‘La democrazia partecipativa nell’esperienza della Repubblica’. Dal 10 al 16 marzo saranno invece ospiti della Compagnia Giovanni Impastato, fratello di Peppino ucciso dalla mafia a Cinisi nel 1978, e Claudio La Camera, regista e responsabile dell’Osservatorio della ‘ndrangheta di Reggio Calabria. Impastato e La Camera terranno un incontro-conferenza su ‘legalità e cultura mafiosa’ nella sala di via Matteotti domenica 10 marzo, mentre nei giorni seguenti, coordinati dalla Compagnia dei Merli Bianchi, incontreranno gli studenti teramani in diverse scuole della provincia . Sabato 16 marzo, infine, l’attore calabrese Vincenzo Mercurio porterà in scena nella sala Yuko Nakaci lo spettacolo ‘Levate a pistol down’.
Per iscrizioni e informazioni scrivere a teatro@compagniadeimerlibianchi.it o tel al 3406072621

Media partner: L & L Comunicazione

print

Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi