1

Chieti. Sindaco Di Primio – Nota – Reclutamento di personale a tempo indeterminato effettuato dalla Società Chieti Solidale

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, in merito al reclutamento di personale “a tempo indeterminato” effettuato dalla Società Multiservizi Chieti Solidale, precisa, che già qualche settimana fa, ha provveduto ad inviare al Direttore e al Presidente della Società, ai Componenti del suo CDA e al Collegio dei Revisori dei Conti della ASM Chieti Solidale, una lettera con relativa richiesta di chiarimenti.

Con tale nota è stato richiesto, in base al Regolamento (approvato in Consiglio Comunale il 14.12.12) inerente le attività di vigilanza sulle aziende partecipate e la disciplina del controllo analogo sulle società “in house providing”, se le assunzioni sono state svolte nel rispetto dei principi di evidenza pubblica, con particolare attenzione alla pubblicità, trasparenza, merito, imparzialità e pari opportunità, così come previsto dal comma 3 dell’art. 35 del D.Lgs n. 165/01 e se, anche a prescindere dal Regolamento, gli stessi criteri citati siano stati rispettati.

Inoltre, alla luce della mutata situazione economico-finanziaria generale, il Sindaco ha chiesto di essere informato su tutte le assunzioni compiute dal 2010 ad oggi da parte di Chieti Solidale e sul rispetto dei criteri generali di legge.

Quanto alla gestione della ASM, il Sindaco ha dichiarato: «Con più note ho già rilevato carenze e necessarie modifiche da apportare per migliorare ed efficientare la Chieti Solidale, costruita dal centro sinistra per essere un carrozzone che non tiene conto delle leggi del mercato e che, quindi, finisce per gravare sulle casse pubbliche.

Stupisce, però, come sulla vicenda poco dica la opposizione, che anzi, per bocca di un esponente ha giustificato con gli uffici comunali la scelta della assunzione a tempo indeterminato della dott.ssa Pennetta e, ancor più, lo stesso intervento del capogruppo dell’UDC, visto che il componente del CDA di espressione di quel partito ha votato a favore.

Comunque – ha rimarcato il Sindaco –  ben venga la richiesta di chiarimenti, così che non siano i soli interventi personali a stimolare più trasparenza nell’attività della ASM